DIRITTI. Englaro, MDC fa ricorso al Tar Lazio contro direttiva Sacconi. Domani conferenza stampa

Tra una dichiarazione e l’altra continua la drammatica vicenda attorno ad Eluana Englaro, la ragazza in stato vegetativo da 17 anni. Oggi il distretto sanitario di Udine ha dato il via libera al ricovero della ragazza in una delle strutture dell’area di sua competenza, ma la decisione sulla clinica è slittata alla settimana prossima.

Intanto il presidente della Corte Costituzionale Giovanni Maria Flick ha sottolineato che su temi come il testamento biologico o il consenso ai trattamenti sanitari sono necessarie "chiare scelte legislative" perché gli aspetti in gioco non possono restare "incidentalmente sfiorati" dalla Corte Costituzionale. In occasione dell’udienza straordinaria alla presenza del capo dello Stato Giorgio Napolitano, Filk ha qualificato come "risposta tecnica" quella data dai giudici costituzionali nel dichiarare inammissibile il conflitto sollevato dalle Camere per chiedere l’annullamento delle sentenze che hanno autorizzato la sospensione al trattamento che tiene in vita Eluana.

Domani, presso l’Hotel Nazionale in piazza Montecitorio a Roma, ci sarà una conferenza stampa in cui il Movimento Difesa del Cittadino presenterà il suo ricorso al Tar del Lazio contro la direttiva Sacconi. Assistito dallo Studio Legale Associato Giovanni Pellegrino, MDC ha deciso di presentare ricorso al Tar Lazio contro la direttiva Sacconi, che impone a Regioni e ASL di non permettere la sospensione della nutrizione forzata, sostituendosi così a Parlamento e Magistratura.

Secondo l’associazione, l’atto del Ministro è illegittimo e infondato perché:

  • i principi costituzionali di libertà di cura non consentono di prescindere dalla volontà del paziente con riferimento alle cure da somministrare allo stesso;
  • la riforma del Titolo V ha eliminato ogni riferimento all’ "interesse nazionale" e, quindi, non permette al governo centrale ingerenze nelle materie di competenza delle Regioni;
  • la legge La Loggia n. 131/2003 ha esplicitamente vietato atti di indirizzo e coordinamento in materia sanitaria.

Parteciperanno alla conferenza l’Associazione Luca Coscioni, Mina Welby, l’On. Barbara Pollastrini (PD), l’On. Paola Concia (PD), l’On. Lucia Codurelli (PD), l’On. Teresa Bellanova (PD) e l’On. Gianni Cuperlo (PD).

Comments are closed.