DIRITTI. Giornata mondiale dell’alfabetizzazione, un invito ai Governi ad abbattere l’ignoranza

Sembra impossibile, ma nel mondo ci sono ancora 776 milioni di adulti analfabeti e 75 milioni di bambini non scolarizzati che non hanno quindi accesso al diritto all’istruzione. E questo nonostante il valore della capacità di leggere e scrivere sia stato riconosciuto universalmente per il ruolo che ha nell’evoluzione sociale. Poiché esiste una correlazione strettissima tra povertà e analfabetismo, la giornata mondiale per l’alfabetizzazione ha avuto come tema "Literacy and Empowerement", che è anche il tema per il biennio 2009-2010 del decennio delle Nazioni Unite sulla alfabetizzazione (2003-2012).

"Empowerement" è la parola chiave per tutte quelle donne e quegli uomini che vivono privi dell’accesso alla capacità di scrittura e lettura anche di base; l’alfabetizzazione apre nuovi orizzonti di opportunità, migliora gli standard di vita e contribuisce al cambiamento sociale e al venir meno della povertà.

"In quest’epoca in cui le disparità aumentano – ha dichiarato il direttore generale dell’Unesco Koichiro Matsuura – l’alfabetizzazione rappresenta non solo uno strumento per accrescere la propria consapevolezza, ma anche un’occasione per chi è escluso, trascurato ed emarginato: chi acquisisce le capacità di lettura e scrittura riesce invece ad innalzare il proprio livello di reddito, a rendere migliore la propria vita, ad avere accesso al diritto alla salute ed ai servizi educativi e a meglio inserirsi nella società. In effetti – ha aggiunto Matsuura – l’alfabetizzazione è uno strumento vitale per garantire l’accesso alle opportunità politiche, economiche e culturali, e questo vale soprattutto per le donne grazie all’impatto che l’alfabetizzazione ha sulla loro capacità di agire, e quindi sulle loro vite".

Come ogni anno la Giornata internazione per l’alfabetizzazione rappresenta un’occasione per una mobilitazione mondiale su tale tema, da cui arriva un invito i governi, le organizzazioni intergovernative, le imprese e le organizzazioni della società civile a contribuire ad abbattere l’ignoranza e l’analfabetismo nei giovani e negli adulti, e a rafforzare il loro impegno per l’alfabetizzazione.

 

Comments are closed.