DIRITTI. Niente Crocefisso in aula, Governo presenta ricorso

Come annunciato all’indomani della sentenza della Corte europea dei diritti del’uomo secondo la quale la neutralità confessionale è un dovere dello Stato, il Governo italiano, in data 29 gennaio 2010, ha depositato ricorso alla Grande Camera per il riesame della decisione del 3 novembre 2009 (caso Lautsi contro Italia – ricorso n° 30814/06). Con il ricorso, il Governo italiano ha dubitato della decisione, come corretta interpretazione ed applicazione della Convenzione, per la libertà riconosciuta dalla giurisprudenza europea alla regolamentazione nazionale sulle questioni religiose. E’ stata rilevata l’inesistenza di una interpretazione condivisa del principio di laicità dello Stato.

Comments are closed.