DIRITTI. Richiedenti asilo, SPRAR: 26 mila persone accolte dal 2002 al 2009

Dal 2002 al 2009 sono stati accolti nella rete SPRAR oltre 26 mila richiedenti asilo e rifugiati, con una percentuale più elevata di uomini (74%) rispetto alle donne (26%). In totale sono oltre 500 i bambini che dal 2005 al 2009 sono nati da una mamma accolta nei progetti SPRAR e risulta in aumento il numero di minori non accompagnati che vengono accolti. Sono alcuni dei dati che emergono dal Rapporto Annuale del Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati 2009/2010, presentato oggi dall’Anci in collaborazione con il Dipartimento per le libertà civili e l’immigrazione del Ministero dell’Interno e curato da Cittalia Fondazione Anci Ricerche. I Comuni si confermano in prima linea nell’accoglienza e risulta in aumento il numero degli enti locali che ha aderito alla rete: gli enti titolari di progetti territoriali sono passati dai 50 del 2003 ai 123 del 2009.

Le principali aree di origine delle persone accolte sono Eritrea (17%), Somalia (9,6%), Afghanistan (8,4%) ed Etiopia (5,8%). In prevalenza si tratta di giovani uomini singoli piuttosto che nuclei familiari. Dai dati emerge però che il numero di famiglie accolte nei centri SPRAR è in crescita rispetto al 2003, un segno del cambiamento nella programmazione dei servizi erogati dai centri. Uno dei dati che spiccano dal Rapporto è inoltre lo scenario che riguarda i minori non accompagnati: fra il 2006 e il 2009 si registra un sostanziale aumento delle presenze dei minori all’interno dei progetti SPRAR, e si passa da 0,6% a punte pari al 4,1%.

In particolare, nel 2009 il Sistema di protezione per richiedenti asilo e rifugiati si è fondato su 138 progetti di accoglienza che hanno messo a disposizione circa 3000 posti per un totale di 7.845 beneficiari tra richiedenti e titolari di protezione internazionale. Il primato dell’accoglienza spetta al Lazio (1.950 accoglienze) con quasi un quarto delle accoglienze totali (la differenza è creata dalla città di Roma), a seguire Sicilia (1.297 accoglienze), Lombardia (1.008), Puglia (625) e Calabria (511).

Comments are closed.