DISABILI. Accesso al lavoro, firmato accordo Fondazione Don Gnocchi – Agenzia OIL

E’ stato firmato oggi a Milano al Centro IRCCS di Santa Maria Nascente un accordo di collaborazione istituzionale tra la Fondazione Don Gnocchi e l’Organizzazione Internazionale del Lavoro (OIL), l’Agenzia specializzata del Sistema delle Nazioni Unite con sede a Ginevra che ha tra le proprie finalità la promozione della dignità del lavoro attraverso la costruzione di norme internazionali che assicurino migliori condizioni di integrazione sociale delle persone portatrici di varie forme di disabilità.

Con l’accordo firmato oggi, la Formazione Don Gnocchi e l’OIL – che vantano una cooperazione ormai decennale nei settori della formazione, della ricerca, della solidarietà internazionale e della riabilitazione, in particolare nelle aree socio educativa, assistenziale e lavorativa da cui sono nati i programmi e progetti a favore dell’inserimento lavorativo dei disabili – intendono ora passare alla marcia superiore e ampliare il quadro della collaborazione attraverso un accordo che impegna le parti a realizzare in futuro nuovi programmi e azioni congiunte.

L’accordo sottoscritto da monsignor Angelo Bazzari, presidente della Fondazione Don Gnocchi e da François Tremeaud, direttore esecutivo dell’OIL, verte su cinque punti principali:
1. Principi e diritti per coniugare esperienza e contributo tecnico scientifico della Fondazione Don Gnocchi con il mandato normativo dell’OIL e messa a disposizione del mondo della disabilità delle esperienze maturate attaverso eventi e percorsi istituzionali.
2. Metodologie e strumenti al servizio delle politiche attive del lavoro rivolte a persone con disabilità, con particolare riferimento a metodi e strumenti di riabilitazione, orientamento, formazione e inclusione lavorative.
3. Costruzione e rafforzamento di competenze per le parti sociali e per i decisori di politiche e servizi per i disabili, personale medico e paramedico, operatori di servizi sociali, educatori, orientatori, tutor e formatori.
4. Progettualità specifiche in risposta alle esigenze mirate di Paesi, aree del mondo e donatori internazionali, dalle cooperazioni nazionali alle banche e agenzie per lo sviluppo, sia dell’Onu sia europee.
5. Formazione continua agli operatori attraverso iniziative consolidate quali master, summer school, corsi di specializzazione per manager, operatori sociali e decisori coinvolti nei processi e servizi di integrazione sociale e lavorativa delle persone con disabilità.

Comments are closed.