DISABILI. Contro le barriere una traversata in kajak da Pirano a Venezia

Perché resti alta l’attenzione sulla necessità di rendere fruibili le grandi città anche alle persone disabili, il cittadino veneziano Michele Ghezzo attraverserà da solo l’Adriatico da Pirano a Venezia per circa 100 chilometri, a bordo di un kayak. L’iniziativa, che prenderà il via il 2 settembre, è stata presentata oggi in Comune a Venezia durante una conferenza stampa che ha visto tra i partecipanti, oltre allo stesso Michele Ghezzo anche l’assessore comunale allo Sport, Sandro Simionato e dal delegato del sindaco sui temi della mobilità, accessibilità per le persone a mobilità ridotta, Giuseppe Toso, e dal campione olimpico di canoa Daniele Scarpa.

"In questi anni – spiega grezzo – sono stati fatti passi da gigante per rendere la città accessibile ed è necessario attivarsi anche in ambito culturale perché si diffonda una comune sensibilità su queste problematiche. È per questo, pur non essendo un atleta, che ho deciso di compiere da solo, supportato dalla barca d’appoggio, la traversata di 100 km partendo dal porto di Pirano in Slovenia per giungere nella stessa giornata a Venezia, Malamocco, dove ha sede la base nautica della Lega navale".

Comments are closed.