DISABILI. Sindacato SFIDA lancia allarme: “Giù le mani dagli insegnanti di sostegno”

Possibile che per molti genitori di studenti disabili, l’arrivo del mese di settembre, significa lottare contro le Istituzioni per garantire il diritto allo studio al proprio figlio? Le Famiglie dei disabili siciliani iscritti al sindacato SFIDA (Sindacato Famiglie Italiane Diverse Abilità) sono preoccupate per la notizia della riduzione del numero degli insegnanti di sostegno al fine di far quadrare i conti nella prossima finanziaria. Infatti "a fronte di una richiesta di 6.536 posti in più, avanzata dai CSA ne sono stati assegnati 6.040" (FLC CGIL).

Cosa succederà nell’anno scolastico 2006/07? Sicuramente – sostiene il sindacato SFIDA – gli studenti disabili che hanno genitori che contestano o si rivolgono alla magistratura otterranno le ore giuste di sostegno (sentenze Tribunale di Roma, Siracusa, Agrigento, Bologna, Venezia, Ancona, Napoli, Campobasso, Brescia, Salerno, Cagliari, Reggio Calabria, L’Aquila) mentre gli studenti i cui genitori non hanno i mezzi o le capacità per far valere i diritti dei propri figli, avranno la riduzione delle ore di sostegno o non avranno affatto l’insegnante di sostegno.

Comments are closed.