DISABILITA’. Domenica si celebra la Giornata Nazionale della Persona con Sindrome di Down

Stop a luoghi comuni e pregiudizi. La strada dell’integrazione parte dal rispetto. E’ questo il messaggio sottostante alla Giornata Nazionale della Persona con Sindrome di Down, che si celebra domenica 14 ottobre in più di 60 città italiane. Negli oltre 200 punti di incontro i volontari offriranno tavolette di cioccolato equo-solidale in cambio di un piccolo contributo. L’evento, giunto alla settima edizione, nasce da un’iniziativa del Coordinamento Nazionale Associazioni delle Persone con Sindrome di Down, che da anni svolge attività di sensibilizzazione con campagne informative e progetti di carattere sociale. Quest’anno c’è un testimonial d’eccezione: l’attore Raul Bova presta la propria immagine nella locandina di presentazione insieme a Serena, una giovane ragazza affetta dall’alterazione cromosomica.

Attività sportive, studio, lavoro, vita affettiva. Sono azioni che dovrebbero essere concesse a tutti i cittadini, senza distinzioni e discriminazioni. Per garantire ad ognuno il diritto ad una vita dignitosa, occorre però predisporre adeguati servizi sul territorio. Perchè non basta un difetto genetico a determinare differenze di trattamento fra le persone. E con lo slogan "+1 uguale 1" si intende sottolineare questo aspetto: la presenza di un cromosoma in più, che si manifesta nella Sindrome di Down, non può costituire motivo di diversità sociale. Domenica prossima sarà dunque l’occasione per parlarne e per conoscere a fondo una realtà spesso trascurata. Per saperne di più clicca qui (www.coordinamentodown.it )

Comments are closed.