DISABILITA’. “Promuovere la dignità dei disabili”. Il MiBAC partecipa alla Giornata Mondiale

"Un giorno all’anno tutto l’anno" è lo slogan scelto dal MiBAC, Ministero dei Beni culturali, in occasione della giornata di domani 3 dicembre, in cui si celebra la Giornata Internazionale dei diritti delle persone con disabilità. La Giornata, organizzata dall’Onu, ha come scopo quello di coinvolgere e sensibilizzare l’opinione pubblica sui problemi dei cittadini disabili e delle loro famiglie, sostenendo la loro dignità e integrazione, e lo slogan del MiBAC vuol sottolineare la necessità di promuovere la standardizzazione e la qualità delle procedure, tenendo sempre viva l’attenzione su questa problematica e non per una sola giornata.

Per questo il MiBAC, attraverso la Direzione Generale per il bilancio e la programmazione economica, ha organizzato iniziative e sperimentazioni che evidenziano le migliori e più avanzate pratiche attuate per rendere più accessibili ai diversamente abili i luoghi d’arte e facilitarne la fruizione. In molte regioni italiane sono inoltre previsti convegni, eventi didattici e percorsi museali guidati a tema.

Nel corso della giornata, poi, nella sede museale di Castel Sant’Angelo a Roma, la Società IBM in collaborazione con l’Istitute Protection and Security Citizen. JRC (Joint Researce Centre) di Ispra, sperimenterà il progetto Sesamonet, che prevede un navigatore integrato nel bastone utilizzato dai non vedenti e in grado di guidarli mediante segnali sonori, lungo degli itinerari predefiniti. Questa soluzione tecnologica potrà sostituire o integrare le guide fisiche presenti nei luoghi d’arte.

A conclusione delle manifestazioni, sempre a Roma, è previsto un grande concerto presso la Galleria Nazionale d’Arte Moderna. Dalle 21 si esibiranno il musicista Alessandro Fontana che eseguirà alcuni brani tratti dal suo ultimo lavoro e gli allievi della scuola di Quartetto del Conservatorio di Musica di S. Cecilia con un repertorio per violino, viola e violoncello con brani di Haydn e Schostakovich.

Comments are closed.