DIVERSABILITA’. Cotto, regione Piemonte: “Le Asl forniscano il lettore viva voce agli ipovedenti”

Il lettore vivavoce, una macchina computerizzata davvero meravigliosa per chi ha problemi di vista, da un anno non viene più fornito dalle Asl. Dopo esserne venuta a conoscenza, Mariangela Cotto, consigliera regione Piemonte di Forza Italia, ha sollevato il problema presentando un’interpellanza in Consiglio, anche a seguito della segnalazione da parte del presidente dell’Associazione Piemontese Retinopatici e Ipovedenti.

"E’ incredibile – aggiunge Cotto – che per ottenere un piccolo risparmio, l’Asl decida di causare un danno così pesante ai disabili visivi. Mi sono subito chiesta se la Regione è a conoscenza di questa situazione". Nell’interpellanza Cotto chiede "se il lettore vivavoce sarà nuovamente fornito dalle Asl. Proprio perché si è trattato di un servizio garantito fino ad ora – conclude la consigliera azzurra – è ancora più evidente che la sua interruzione venga letta come un "taglio" fatto sulle spalle dei cittadini. Mi auguro che si possa trovare rapidamente una soluzione, per non dover scoprire, alla luce del riequilibrio finanziario cui le Asl sono costrette, altre spiacevoli sorprese".

Comments are closed.