DIVERSABILITA’. Liguria, arriva nuova legge contro le barriere architettoniche

Abbattere le barriere achitettoniche negli edifici di proprietà pubblica e in quelli privati aperti al pubblico. Con la nuova legge appena approvata dalla Giunta della regione Liguria, su proposta dell'assessore alle Politiche abitative Maria Bianca Berruti, si intende ampliare l'intervento nel settore migliorando la normativa in vigore. Finora infatti la legge regionale in materia prevedeva il finanziamento esclusivo per gli edifici di proprietà privata. Nella prima fase la regione ha deciso di stanziare 500mila euro per l'anno 2007.

 

"Questo disegno di legge – spiega l'assessore Berruti – rappresenta un tassello di una più ampia strategia diretta a consolidare il ruolo della Regione nell'effettivo riconoscimento dei diritti di cittadinanza di uomini e donne, riguardante l'autonomia di ogni individuo nei confronti dell'ambiente urbano". Con la nuova normativa regionale verranno finanziati interventi, con contributi annuali, anche in favore di edifici e spazi urbani di proprietà degli Enti locali o edifici e spazi privati aperti al pubblico, come le chiese. I contributi potranno essere concessi, sia alle persone con ridotta e impedita capacità motoria o sensoriale, sia ai condomini di abitazioni civili o ai datori di lavoro dove prestano attività lavorativa soggetti con disabilità. "L'iniziale stanziamento di 500mila euro – conclude l'assessore – si andrà ad aggiungere all'azione regionale di sostegno alla domanda privata di adeguamento delle abitazioni e dei condomini". Nel 2006 la Regione Liguria ha infatti erogato a favore di soggetti privati circa 465mila euro, finanziando 98 piccoli interventi.

Comments are closed.