DIVERSABILITA’. UE ratifica Convenzione ONU sui diritti delle persone con disabilità

L’Unione Europea ratifica la Convenzione delle Nazioni Unite sui diritti delle persone con disabilità. Si tratta del primo trattato, in senso assoluto, che vuole garantire a queste persone il godimento dei propri diritti, al pari di qualunque altro cittadino. Stabilendo norme minime per tutelare e salvaguardare una lunga serie di diritti civili, politici, sociali ed economici per i disabili, la convenzione rispecchia il più ampio impegno dell’Unione a costruire, entro il 2020, un’Europa senza barriere per i suoi cittadini disabili, circa 80 milioni, come stabilito nella strategia della Commissione europea sulla disabilità.

"È una buona notizia per questo nuovo anno e una pietra miliare nella storia dei diritti dell’uomo, poiché per la prima volta l’UE diventa parte contraente di un trattato internazionale sui diritti umani – ha dichiarato Viviane Reding, vicepresidente della Commissione europea e commissario UE per la Giustizia – La convenzione ONU promuove e tutela i diritti umani e le libertà fondamentali delle persone affette da disabilità. Nel mese di novembre, la Commissione ha presentato una strategia UE sulla disabilità, da attuarsi nel prossimo decennio: si tratta di misure concrete, con una tempistica concreta, che tradurranno in pratica la convenzione ONU. In questa occasione, invito tutti gli Stati membri che non l’hanno ancora ratificata a farlo con tempestività. È nostra responsabilità collettiva garantire che le persone con disabilità non debbano affrontare ulteriori ostacoli nella vita di tutti i giorni."

 

Comments are closed.