E-COMMERCE. Camera Commercio Milano: online anche il costume da bagno. Imprese in crescita

Online si può acquistare di tutto, dal costume da bagno al motoscafo. Le imprese del commercio elettronico in Italia sono in crescita: sono 4.586 quelle attive in Italia nel 2008, in crescita del 34% dal 2007 e del 610% dal 2004. Lombardia e Lazio primeggiano per vendite online, rispettivamente con il 17,9% e il 14,1% del totale italiano di settore, seguite dalla Campania (8,5% nazionale) e dal Piemonte (8,2%). Sono i dati che emergono da un’elaborazione della Camera di Commercio di Milano.

E se i prodotti più acquistati sono soprattutto libri e riviste (27,9%), abiti e articoli sportivi (25,8%), film e musica (20,4%) non mancano acquisti curiosi, come arredi in miniatura per case di bambole, pesci ornamentali, orologi a pendolo, soldatini di metallo.

Come tutelarsi per acquisti sicuri? Prima di comprare bisogna verificare se il sito è sicuro. E dunque attenzione a certificazioni, codici di condotta e loghi che i siti web espongono come segno distintivo. Il sito deve spiegare che tipo di misure di sicurezza adotta per la transazione. Alcuni fornitori prevedono che si possa verificare online lo stato del proprio ordine e spedizione. Il venditore deve dare conferma e ricevuta dell’ordine, indicando bene tempi e eventuali costi di consegna e possibilità di recesso se previsto. Prima dell’acquisto è bene guardare il contratto: il fornitore lo deve rendere disponibile a titolo informativo e senza dover per forza acquistare. Deve essere reso disponibile dal sito il contatto dove poter indirizzare i reclami.

Per contestazioni online, ricorda la Camera di Commercio, per un acquisto non andato a buon fine c’è la possibilità di conciliare gratis via internet fino al 30 settembre attraverso il servizio www.risolvionline.com della Camera Arbitrale di Milano.

Comments are closed.