E-GOV. Altroconsumo avvisa che Inps e Aci hanno attivato la Posta elettronica certificata

L’Inps sta mandando email ai cittadini per informarli sulla possibilità di richiedere gratuitamente una casella di Posta elettronica certificata (Pec). Altroconsumo ricorda ai cittadini che questa è una procedura ancora sperimentale attivata da Inps e Aci in accordo con il ministero della Pubblica Amministrazione. L’Associazione dei consumatori spiega cos’è la Pec e come attivarla.

"La Posta elettronica certificata è simile alla posta elettronica tradizionale, ma gli utenti che inviano messaggi con questo sistema hanno la certezza dell’invio e della ricezione delle email, attraverso delle ricevute di spedizione con pieno valore legale".

L’Inps offre la possibilità di attivare la Pec a coloro che sono già abilitati a svolgere servizi online sul sito attraverso un apposito pin. Si deve, quindi, fare una richiesta sul sito Inps, cercando l’apposita funzione all’interno dell’area "Servizi al cittadino"; poi presentarsi in una direzione Inps abilitata all’attivazione della casella Pec, con un documento d’identità e il codice fiscale. Per ora sono state richieste 17 mila caselle Pec.

Se si vuole richiedere la casella di posta attraverso l’Aci si può chiamare il numero verde 800 999 030, oppure presentarsi agli uffici provinciali del Pubblico registro automobilistico (Pra) o dell’ACI. Se si telefona, è comunque necessario per l’attivazione presentarsi presso gli uffici con documento d’identità e codice fiscale.

In qualunque momento si può recedere dal servizio: in questo caso i messaggi presenti nella casella Pec saranno cancellati e tutte le comunicazioni fra cittadino e enti pubblici nuovamente veicolate secondo le procedure tradizionali.

I professionisti iscritti in Albi o elenchi professionali come, avvocati, ingegneri, architetti, dottori commercialisti sono obbligati a dotarsi di una casella di Posta elettronica certificata entro il 29 novembre 2009.

Comments are closed.