E-GOV. CNIPA e Regioni per la diffusione locale dell’e-Learning. Firmate quattro convenzioni

Passi avanti per l’e-Learning nella Pubblica Amministrazione e per la qualificazione del personale attraverso le tecnologie digitali. Il CNIPA, Centro Nazionale per l’Informatica nella Pubblica Amministrazione, ha infatti varato un programma per la diffusione dell’e-Learning che prevede un co-finanziamento complessivo di due milioni di euro per i dieci progetti ammessi, presentati dalla Provincia Autonoma di Trento e da Piemonte, Friuli-Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Abruzzo, Marche, Lazio, Campania e Sicilia. E sono state firmate le prime quattro convenzioni fra il presidente del CNIPA e i rappresentanti di Emilia Romagna, Toscana, Piemonte e Friuli-Venezia Giulia.

Quali dunque i progetti? Con l’Emilia Romagna decollerà il progetto «eLGA», che prevede un investimento complessivo di 800 mila euro, di cui 260 mila co-finanziati dal CNIPA. Insieme alla Toscana sarà realizzato il programma di formazione a distanza «FORE e-Gov», per una spesa di un milione di euro, di cui 280 mila co-finanziati. «Formare per innovare» è il progetto previsto con il Piemonte, con un investimento di 400 mila euro, di cui 140 mila stanziati dal CNIPA. E con il Friuli-Venezia Giulia sarà realizzato il programma «Sifol», che richiede 1,142 milioni di euro, di cui 310 mila erogati dal CNIPA. Ogni amministrazione, inoltre, si impegna a rendere disponibili gratuitamente i progetti alle amministrazioni che li richiedano, con l’obiettivo dunque di favorire la diffusione dell’e-Learning. Il CNIPA controllerà il rispetto dei tempi esecutivi.

I programmi di e-Learning realizzati dalle amministrazioni pubbliche locali riguarderanno management e utilizzazione dei sistemi informativi secondo modalità europee, la gestione dei flussi documentali, project financing (come progettare l’innovazione utilizzando finanziamenti per le Pubbliche amministrazioni), sicurezza e privacy delle informazioni e dei dati, gestione per l’acquisizione di beni e forniture di servizi, specialmente per bandi legati a progetti di innovazione tecnologica. Tutta la documentazione viaggerà online attraverso la posta elettronica certificata e la firma digitale. "Obiettivo di questa iniziativa – ha spiegato il presidente del CNIPA Livio Zoffoli – è quello di rafforzare l’introduzione nelle amministrazioni territoriali di nuove metodologie formative per una maggior efficienza ed efficacia nello sviluppo delle competenze professionali dei dipendenti pubblici, così come indicato anche a livello europeo".

Comments are closed.