E-GOV. Semplificazione, firmata intesa Comune Pisa e Livorno per integrazione sistema servizi

Ridurre i tempi e i costi degli adempimenti burocratici delle imprese e dei cittadini, grazie all’apporto decisivo delle nuove tecnologie. E’ questo quanto potrà essere raggiunto grazie al protocollo di intesa firmato a Firenze, a Palazzo Bastogi, dalla Regione Toscana e dai comuni di Pisa e di Livorno; intesa grazie alla quale si avvierà un’importante integrazione funzionale tra i sistemi on line dei due comuni (progetto Aida per Livorno, progetto Citel per Pisa) e i progetti infrastrutturali della Regione Toscana.

"Un passaggio di grande importanza – spiega il vicepresidente Federico Gelli – manifestazione concreta di quella che per il governo regionale è una grande priorità, l’impegno per la semplificazione nei rapporti tra la pubblica amministrazione, da un lato, e i cittadini e le imprese dall’altro. In questo contesto le nuove tecnologie, con la possibilità di accedere sempre più e sempre meglio a servizi on line, rappresentano un terreno decisivo. Con una precisa consapevolezza: che la sfida si vince tutti insieme, non in ordine sparso. Si vince con la consapevolezza che l’innovazione deve riguardare l’intera macchina pubblica, al di là di ogni confine amministrativo. E questo è un ottimo esempio: siamo di fronte a due territori che dialogano tra loro, si parlano, si integrano".

"Questa intesa – spiega Emiliano Chirchietti, assessore all’innovazione del comune di Livorno – rappresenta un risultato importante che porta all’integrazione di due progetti e che permetterà alle due amministrazioni di lavorare in sinergia rispetto al tema dell’innovazione. Un punto di arrivo ma anche di partenza che serve a sburocratizzare e offrire ai cittadini servizi migliori e a migliorare l’efficienza della macchina pubblica".

"Un accordo figlio di un lavoro importante fatto negli anni passati dalle due amministrazioni – sottolinea invece Paolo Ghezzi, assessore all’ambiente e protezione civile del comune di Pisa – amministrazioni che sono ai massimi livelli nel panorama nazionale per semplificazione della burocrazia e servizi rivolti al cittadino. Bisogna ancora lavorare per diffondere l’utilizzo di questi strumenti, già operativi ma ancora poco conosciuti. Quindi è necessario intervenire anche su informazione e formazione".

I progetti Aida (47 servizi on line per le imprese e 31 enti aderenti) e Citel (25 servizi on line per i cittadini, 27 enti aderenti) sono stati realizzati con l’obiettivo di mettere in condizione le amministrazioni di assicurare procedure trasparenti e risposte certe in tempi brevi, riducendo il carico amministrativo e i relativi costi. Citel per esempio fornisce al cittadino un’ampia gamma di servizi che vanno dalla presentazione delle dichiarazioni Ici al pagamemto dei bollettini per i servizi cimiteriali, dalle pratiche per il cambio di residenza fino alla consultazione del registro di classe.

Aida consente alle imprese, ma anche al personale degli enti che si occupa di servizi all’impresa, di informarsi on line sulle pratiche, scaricando sia modulistica che normativa, e soprattutto di compilarle e di portarle a completamento.
Tra di essi si è già stabilita una forte sinergia – attraverso per esempio l’accesso unificato ai due portali e l’adozione di un sistema di gestione di pagamenti unico – con l’obiettivo di realizzare l’interoperabilità tra le due piattaforme.

Con il protocollo firmato a Firenze saranno ulteriormente valorizzate le possibilità di riuso delle migliori soluzioni tecnologiche e si pongono le condizioni per cui gli enti coordinatori dei due progetti, ma anche tutti gli enti utilizzatori e comunque interessati al riuso, possanno arricchire il loro portafogli servizi con significative economie di scala.

Comments are closed.