E-GOV. Veneto, presentato progetto telematico per avvicinare la P.A. ai cittadini

L’impiego di strumenti informatici e telematici per creare un rapporto diretto con i cittadini. Il progetto "Veneto E-Democracy" (Ven.e-d), presentato questa mattina presso palazzo Balbi a Venezia, nasce dall’idea di costituire nuove forme di partecipazione dei cittadini alla vita istituzionale, grazie all’adozione delle nuove tecnologie. L’iniziativa, frutto della collaborazione tra Giunta regionale, Consiglio Regionale e Provincia di Rovigo, prevede la realizzazione di quattro portali dedicati ad alcuni temi centrali (programmazione territoriale e di sviluppo, gestione delle complesse procedure per accedere ai fondi europei, bilancio sociale della Regione e della Provincia).

Il Progetto, avviato alla fine del 2005, ha attualmente concluso la sua prima parte di sviluppo degli strumenti informatici, di definizione delle metodologie, e di produzione della documentazione a supporto di Enti locali, Associazioni, Organizzazioni di categoria o semplici cittadini che intendano avviare esperienze di E-Democracy. Parte adesso la fase operativa con la realizzazione dei quattro portali: due (Bilancio Sociale e Fondi Europei) gestiti dalla Giunta; uno (definito "Terzo Veneto" e dedicato al Piano Regionale di Sviluppo – PRS e al Piano Territoriale Regionale di Coordinamento – PTRC) in capo al Consiglio regionale; ed un quarto in capo alla Provincia di Rovigo, sui temi del suo Bilancio Sociale. Il costo totale del progetto ammonta a 902 mila Euro, di cui 300 mila coperti dal finanziamento del CNIPA (Centro Nazionale per lInformatica nella Pubblica Amministrazione).

"Lintroduzione dello strumento di partecipazione digitale ha dichiarato Presidente del Consiglio regionale Marino Finozzi consentir quindi di potenziare ed ampliare le attivit di confronto e partecipazione, con lo scopo di rendere pi efficace lazione strategica pianificatrice ed attuativa dellAmministrazione Pubblica". "I tavoli di partenariato ha sottolineato l’Assessore all’Economia con delega allinformatica Fabio Gava sono unattivit fondamentale di concertazione nella definizione dei progetti europei, e a nessuno sfuggir limportanza e la concretezza di poter sviluppare il confronto e lo scambio di documenti per via telematica, accelerando cos di molto i tempi e favorendo la completezza degli scambi rispetto alla semplice attivit cartacea".

"Sul Bilancio Sociale ha detto l’assessore al Bilancio Isi Coppola la Regione ha creduto sino in fondo sin dallinizio per comunicare con i suoi cittadini ed essere loro accanto praticamente 24 ore su 24. Questa iniziativa arricchisce in maniera decisiva lobbiettivo di interagire sempre di pi con i cittadini, e con il sempre rilevante coinvolgimento del mondo della scuola. In qualche modo ha aggiunto con il portale dedicato si completa lintero processo del Bilancio Sociale".

Comments are closed.