ECONOMIA. Altroconsumo: al minimo la fiducia degli italiani

I risparmiatori italiani credono poco nel futuro dell’economia. Secondo il settimanale finanziario di Altroconsumo "Soldi Sette", il valore dell’indice della fiducia è diminuito a marzo 2008 rispetto allo scorso trimestre, passando da quota 94,2 del dicembre 2007 a quota 83,2 di oggi (minimo storico). Lo riferisce Altroconsumo in un comunicato.

L’indice, che registra ogni tre mesi le aspettative sul futuro dell’economia e degli investimenti, può oscillare da un minimo di 0, che segna estremo pessimismo, a un massimo di 200, segnale di estremo ottimismo. Il timore prevale soprattutto nel comparto azionario: l’indicatore che riflette l’intenzione di puntare sulle azioni scende infatti per la prima volta sotto quota 100, attestandosi a 98,7 ed esprimendo incertezza nelle prospettive dei risparmiatori.

"Tale risultato – ha commentato il direttore di Soldi Sette, Vincenzo Somma – va di pari passo con le difficoltà incontrate da Piazza Affari e con l’andamento dei redditi dei lavoratori. In questo contesto nei risparmiatori prevale la scarsa fiducia nell’andamento dell’economia e un atteggiamento di prudenza e razionalità nella scelta degli investimenti".

La rilevazione dell’indice di Soldi Sette è effettuata trimestralmente attraverso un campione di risparmiatori intervistati telefonicamente sulle aspettative di evoluzione della propria situazione finanziaria nei dodici mesi a venire.

Comments are closed.