ECONOMIA. BCE lascia invariati i tassi di interesse e migliora le stime 2009-2010

Tassi di interesse invariati per Eurolandia. Nella riunione odierna il Consiglio direttivo della BCE, la Banca Centrale Europea, ha deciso che i tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali, sulle operazioni di rifinanziamento marginale e sui depositi presso la banca centrale rimarranno invariati rispettivamente all’1,00%, all’1,75% e allo 0,25%.

Sembrano, inoltre, migliorare le stime sul Pil dell’area euro per il 2009 e il 2010, come ha comunicato in conferenza stampa il presidente dell’istituto di Francoforte, Jean-Claude Trichet. Secondo le nuove previsioni, quest’anno la contrazione dell’economia di Eurolandia sarà tra il 4,4% e il 3,8%, contro la forbice tra il -5,1% e il -4,1% stimata a giugno. Per il 2010 lo scenario migliore prevede un’espansione dello 0,9%, mentre l’ipotesi peggiore contempla una flessione del Pil pari allo 0,5%, contro il range tra il -1% e il +0,4% calcolato a giugno.

Comments are closed.