ECONOMIA. Bollettino mensile BCE: inflazione in calo, ma nessuna crescita per i prossimi mesi

Nell’area euro l’inflazione continuerà a diminuire e i prezzi dovrebbero stabilizzarsi nell’orizzonte del medio periodo. Dalla metà del 2008, infatti, l’inflazione si è più che dimezzata, passando dal 4% all’1,6% registrato a dicembre. Ma le turbolenze finanziare provocheranno un ulteriore crollo della domanda che freneranno la crescita. E’ questa l’analisi che emerge dal bollettino mensile pubblicato oggi dalla Banca Centrale Europea.

L’istituto di Francoforte ribadisce che continuerà a mantenere i tassi di inflazione su livelli vicini al 2%, sostenendo così l’occupazione e la stabilità finanziaria. Ma il vero problema è che le tensioni si sono spostate dal settore finanziario all’economia reale; si è ridotta in modo significativo la domanda esterna di esportazioni, con un conseguente calo dell’attività economica interna all’area euro. Questa situazione di ristagno dovrebbe protrarsi per i prossimi trimestri, finché il calo dei prezzi non riuscirà a sostenere il reddito disponibile reale. Si attendono poi gli effetti delle misure di politica monetaria di cui ogni paese dovrebbe beneficiare.

Comments are closed.