ECONOMIA. Camera Commercio Milano: milanesi soddisfatti. Federconsumatori: “E’ mistificazione”

Milanesi e lombardi sono soddisfatti per l’economia, il tempo libero, la salute e gli amici. E lo sono in media più del resto degli italiani. È quanto affermato dalla Camera di Commercio di Milano che ha diramato una nota accolta quantomeno con sarcasmo da Federconsumatori: "Se si vuole un esempio, anche eclatante, di come possano essere utilizzati i sondaggi a fini squisitamente politici, e quindi dannosi per la realtà che si vuole "modificare in meglio", basta citare quanto diffuso da un sondaggio della Camera di Commercio di Milano, in cui si afferma la gioiosa ilarità e la grande soddisfazione dei cittadini milanesi e lombardi per la situazione economica – afferma l’associazione – Probabilmente i sondaggisti hanno sbagliato indirizzo, e hanno intervistato i ricchi possidenti delle isole di Antigua. Probabilmente, tra un po’, ne chiederanno anche il gemellaggio con i milanesi e i lombardi".

Un passo indietro. I dati della Camera di Commercio di Milano affermano che "se in Italia i soddisfatti della situazione economica nel corso dell’anno sono meno della metà (46,9%), nel caso della Lombardia si assestano ben sopra il 50% (al 56%: +9,1%). Ma non solo economia. I lombardi sono più soddisfatti in media degli italiani anche per quanto riguarda il tempo libero (67% di soddisfatti in Lombardia rispetto al 63,9% in Italia: +3,1%), per la salute (81,6% rispetto a 79,7%: +1,9%), e per le relazioni sia amicali (83,8% rispetto a 82,4%: +1,4%) che familiari (90,7% rispetto a 90,1%: +0,6%). E i milanesi non sono da meno: oltre 2 su 3 (il 68,4%) sono soddisfatti di vivere a Milano, in particolare gli under 40 (71,1%) rispetto agli over 60 (67%)".

I dati emergono da una elaborazione della Camera di Commercio di Milano su dati Istat/NoiItalia al 2010, su dati Registro Imprese e sulla base di un sondaggio realizzato su circa 1.000 imprenditori e lavoratori milanesi nel 2010."Nonostante un periodo difficile per via della crisi – ha commentato Carlo Sangalli, presidente della Camera di Commercio di Milano – dai dati emerge un senso di ottimismo che potrà avere un impatto positivo e che ci fa quindi ben sperare per un 2011 più ricco di soddisfazioni".

I dati, come detto, non convincono Federconsumatori: "Si mistifica la realtà, non facendo un buon servizio per chi deve mettere in campo decisioni e strumenti al fine di superare una delle peggiori crisi dal dopoguerra". Commentano Rosario Trefiletti, presidente Federconsumatori nazionale e Gianmario Mocera, presidente Federconsumatori Milano e Lombardia: "Sarà nostra cura informare mensilmente la Camera di Commercio di Milano circa l’andamento della situazione delle famiglie e delle battaglie che inevitabilmente dovremo mettere in campo per contrastare tutti gli aumenti di tariffe e prezzi che hanno già cominciato dal 1° di gennaio a taglieggiare, ahimé scontentando, i cittadini milanesi e lombardi".

Comments are closed.