ECONOMIA. Crisi, le Associazioni dei Consumatori si preparano alla piazza

Adiconsum , Federconsumatori, Adusbef e Movimento Consumatori si uniscono all’appello di imprese, banche e organizzazioni sindacali ad una grande assunzione di responsabilità da parte di tutti ed ad un segnale di discontinuità per una politica economica che assicuri la sostenibilità del debito pubblico e rilanci una stagione di nuova occupazione. Le Associazioni annunciano anche la manifestazione "Tasche vuote" che stanno organizzando a Roma per il 15 settembre prossimo e per la quale sperano nella partecipazione di tutte le Associazioni dei Consumatori e delle forze sociali del Paese.

In una nota le Associazioni parlano di "una crisi che continua ad abbattersi in maniera pesante soprattutto sui più deboli, sulle famiglie a reddito fisso e sui pensionati. Più di otto milioni di poveri, i risparmi erosi, il calo dei consumi, anche quelli alimentari, sono indicatori chiari di una situazione economica e sociale allarmante e fortemente esposta agli attacchi speculativi dei mercati internazionali".

Le Associazioni denunciano anche il comportamento del Governo che "si è limitato ad avviare una manovra economica iniqua e sbagliata, che finisce per colpire ancora di più i cittadini". Quanto alla possibile "ricetta", secondo le Associazioni per risanare e rilanciare nel contempo l’economia del nostro Paese è necessario avviare:
– Tassa sulle transazioni finanziarie,
– Equiparazione tassa su rendite finanziarie (eccetto titoli di stato) a media europea del 20%,
– Più determinata lotta all’evasione fiscale,
– Tassa sui patrimoni sopra 2 milioni di Euro,
– Taglio delle accise sulla benzina,
– Sblocco delle infrastrutture, per rilanciare imprese e occupazione,
– Tagli ai costi della politica.

 

Comments are closed.