ECONOMIA. Eurostat: deficit di oltre 4 miliardi nel commercio estero della zona euro a dicembre 2007

Dalle stime flash dell’Eurostat di dicembre 2007 risulta come la zona euro abbia registrato un deficit del commercio estero con il resto del mondo pari a 4,2 miliardi di euro, rispetto a +2,4 miliardi di dicembre 2006. Il dato riferito a novembre 2007 era di +3,0 miliardi di euro, contro i +5,3 miliardi di novembre 2006. Da novembre 2007 a dicembre, le esportazioni sono diminuite del 2,5% e le importazioni sono aumentate dello 0,7%.

Complessivamente però, nel 2007 la zona euro ha registrato un eccesso di commercioestero pari a 28,3 miliardi di euro, mentre nel 2006 si è avuto un deficit di 9,3 miliardi di euro. Il dato del 2007 per l’Ue27 è di -185,7 miliardi, contro il deficit di 192,1 miliardi del 2006. E’ la Germania che ha registrato un eccesso nel commercio estero più elevato (+184,8 miliardi di euro tra gennaio e novembre 2007), seguita da Paesi Bassi, Irlanda e Belgio. Il deficit più forte lo ha avuto il Regno Unito (-124,4 miliardi di euro), a seguire la Spagna (-86,6 miliardi) la Francia (-40,3 miliardi) e la Francia (-35 miliardi).

Gli scambi dell’Ue27 con la maggior parte dei suoi partner principali sono aumentati, ad eccezione delle esportazioni verso gli Stati Uniti e il Giappone, e le importazioni provenienti dalla Norvegia (-5%), dalla Corea del Sud (-3%) e dalla Russia (-1%). Gli aumenti più elevati delle esportazioni si sono avuti verso la Russia (+24%), l’India (+21%), il Brasile (+20%) e Cina e Norvegia (+13%).

Per maggiori informazioni cliccare qui

Comments are closed.