ECONOMIA. FMI: il “terremoto” finanziario costerà 1400 miliardi di dollari

Per il Fondo Monetario Internazionale sui mercati è in atto un "terremoto senza precedenti" che costerà 1400 miliardi di dollari. Secondo il FMI finora sono emerse solo il 55% delle perdite potenziali conosciute e le svalutazioni potrebbero aumentare ancora di 80 miliardi di dollari. Alla fine di settembre, queste ultime hanno raggiunto i 760 miliardi di dollari complessivi, 580 a carico delle banche. E serviranno almeno 675 miliardi di dollari alle maggiori banche del mondo nei prossimi anni. È quanto ha rilevato il Fondo Monetario Internazionale nel Global Financial Stability Report. Per il FMI, le tensioni del sistema finanziario "dovrebbero tradursi in un ulteriore rallentamento della crescita mondiale e in un freno alla ripresa".

LINK: International Monetary Fund

Comments are closed.