ECONOMIA. Finanziaria e inflazione, il Bollettino Economico di Bankitalia

"In Italia la dimensione delle attività irregolari accresce rispetto al resto d’Europa gli oneri per i contribuenti che ottemperano pienamente agli obblighi fiscali. Il successo dell’azione di contrasto all’evasione potrà consentire di ridurre le aliquote legali". E’ quanto si legge in riferimento alla manovra di bilancio per il 2007 nel Bollettino Economico di novembre oggi pubblicato dalla Banca d’Italia.

Sugli interventi fiscali della Finanziaria, Bankitalia aggiunge: "L’incremento della pressione fiscale deriva per circa mezzo punto percentuale del prodotto da interventi volti a contrastare l’evasione e l’elusione fiscale. Oltre ad accrescere il gettito e a ridurre l’iniquità distributiva insita nei fenomeni di evasione, queste misure possono contribuire a limitare le distorsioni alla concorrenza derivanti dai divari di prelievo tra i diversi contribuenti".

In tema di prezzi l’istituto osserva: "nella media dei primi nove mesi del 2006 l’indice dei prezzi al consumo per l’intera collettività nazionale è salito del 2,2 per cento rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, dal 2,0 nell’intero 2005". Per la prima volta – prosegue nel Bollettino – dal 1998 i prezzi dei servizi finanziari e di bancoposta hanno segnato un aumento in linea con l’inflazione media (2,0 per cento, 6,6 nel 2005). Come lo scorso anno, la marcata riduzione dei prezzi dei telefoni cellulari (-13,9 per cento), e quella dei computer (-14,3 per cento) ha contribuito a contenere sia pure marginalmente l’inflazione (per circa 0,1 punti percentuali). Dal 2003 i prezzi di tali beni ad alto contenuto tecnologico sono calati di oltre il 40 per cento".

Positive le aspettive per l’inflazione al consumo nel 2007 che per Bankitalia scenderebbe all’1,9 per cento in Italia.

Comments are closed.