ECONOMIA. Istat, Pil in frenata nel secondo trimestre 2007

Nel secondo trimestre 2007, il prodotto interno lordo (PIL) è aumentato dello 0,1 per cento rispetto al trimestre precedente (quando l’economia era cresciuta dello 0,3%) e dell’1,8 per cento rispetto al secondo trimestre del 2006. È questa la stima del dato espresso in valori concatenati con anno di riferimento 2000, corretto per gli effetti di calendario e destagionalizzato, resa nota oggi dall’Istat.

Il risultato congiunturale del PIL è la sintesi di un aumento del valore aggiunto dei servizi e di una diminuzione di quello dell’agricoltura e dell’industria. In termini congiunturali, sempre nello stesso trimestre, il PIL è cresciuto dello 0,8 per cento nel Regno Unito e negli Stati Uniti. In termini tendenziali, il PIL è cresciuto del 3,0 per cento nel Regno Unito e dell’1,8 per cento negli Stati Uniti.
Si tratta di stime preliminari trimestrali, sottolinea l’Istat, che possono essere soggette a revisioni di entità superiore rispetto alle stime correnti, diffuse a 70 giorni dalla fine del trimestre.

Comments are closed.