ECONOMIA. Istat conferma inflazione di ottobre al 3,5%

L’Istat conferma le stime di ottobre: l’inflazione si attesta al 3,5%. L’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività registra infatti, nel mese di ottobre, una variazione nulla rispetto a settembre 2008 e una variazione di più 3,5% rispetto allo stesso mese del 2007: è quanto rileva l’Istat negli Indici dei prezzi al consumo relativi a ottobre 2008.

Nel confronto con l’anno scorso, gli aumenti tendenziali più rilevanti si sono registrati per le voci "Abitazione, acqua, elettricità e combustibili" che segnano più 7,5%, seguiti da "Bevande alcoliche e tabacchi" a più 5,3% e da "Prodotti alimentari e bevande analcoliche" a più 5,2%. Una variazione tendenziale negativa è invece registrata per le "Comunicazioni" a meno 3,6%.

Gli aumenti congiunturali più rilevanti sono invece per i capitoli "Istruzione" a più 0,8% seguito da "Abitazione, acqua, elettricità e combustibili" a più 0,7% e da "Abbigliamento e calzature" a più 0,3%. Variazioni congiunturali negative si registrano invece per i "Trasporti" (meno 1,1%) e per i "Servizi sanitari e spese per la salute" e per "Servizi ricettivi e di ristorazione" (entrambi a meno 0,1%).

Nelle venti città capoluogo di regione, gli aumenti tendenziali più elevati dell’inflazione sono stati registrati a L’Aquila (più 3,9%) seguita da Torino e Cagliari (più 3,6%) e da Firenze, Ancona, Napoli e Reggio Calabria (più 3,5%). Gli aumenti più modesti sono invece per Bari (più 2,6%), Bologna, Perugia, Roma e Campobasso (più 3,1%).

PDF. Istat: La dinamica dei prezzi al consumo – Ottobre 2008

Comments are closed.