ECONOMIA. Le conclusioni del Consiglio ECOFIN

Il Consiglio ECOFIN ha raggiunto ieri, in presenza della Commissione Ue e della Banca Centrale Europea, un accordo su 4 direttive chiave per la stabilità finanziaria in vista del Consiglio europeo dell’11-12 dicembre. I 27 Ministri dell’Economia e delle Finanze dell’Ue hanno auspicato il potenziamento dei sistemi di garanzia dei depositi bancari; una migliore valutazione dell’adeguatezza patrimoniale delle banche; la modernizzazione del quadro normativo relativo agli Organismi di investimento collettivo in valori mobiliari (OICVM); il proseguimento dell’integrazione nel settore assicurativo. Il Consiglio ECOFIN ha fatto il punto sui progressi realizzati nell’applicazione delle tabelle di marcia relative alla stabilità finanziaria.

E’ stato adottato un orientamento generale sui 3 progetti di direttiva legati alla risposta alla crisi finanziaria:

  1. la direttiva sulle esigenze di capitale delle banche. Questa direttiva permetterà di progredire in 5 settori: il rafforzamento della supervisione dei gruppi transfrontalieri, l’inquadramento della titolarizzazione, l’inquadramento delle esposizioni verso una sola controparte, l’inquadramento del rischio di liquidità e l’armonizzazione dei fondi propri delle banche e dei capitali ibridi.
  2. la direttiva sui meccanismi di garanzia dei depositi, sulla scia delle conclusioni del Consiglio ECOFIN di ottobre. I principali progressi dovrebbero interessare il livello di copertura dei depositi armonizzato a 100 000 euro a decorrere dal 31 dicembre 2011 ed il termine di rimborso dei risparmiatori ridotto a 20 giorni lavorativi (con possibilità di estensione fino a 30 giorni) anziché 3 mesi.
  3. la direttiva "Solvibilità II" che ha per obiettivo la modernizzazione delle regole prudenziali applicabili alle compagnie assicurative, tenendo conto in particolare della loro situazione economica.

Dovrebbe anche essere organizzato un monitoraggio dei provvedimenti d’urgenza presi in queste ultime settimane e volti a preservare la solidità del sistema bancario. In materia di servizi finanziari, i ministri hanno adottato un orientamento generale sulla revisione della direttiva degli Organismi di investimento collettivo in valori mobiliari (OICVM), che mira a modernizzarne il quadro normativo.

Inoltre, l’introduzione del "passaporto europeo" per le società di gestione permetterà di proseguire l’integrazione del mercato interno della gestione degli attivi. Infine, il Consiglio ECOFIN ha trattato le questioni fiscali, come quelle legate ai tassi ridotti di IVA, alla fiscalità dei redditi del risparmio e al codice di condotta per la fiscalità delle imprese.

Comments are closed.