ECONOMIA. OCSE: Italia, nel 2008 crescita ferma allo 0,5% e inflazione al 3,6%

L’economia italiana nel 2008 crescerà solo dello 0,5%, il rapporto deficit/Pil è previsto al 2,5% per il 2008 e al 2,7% per il 2009 e un versante critico è rappresentato dal tasso di disoccupazione, che dopo essere calato dall’8,6% del 2003 al 6,1% del 2007 si è sostanzialmente fermato su quest’ultimo dato, con una previsione del 6,2% per quest’anno e del 6,5% per il 2009. È quanto prevede l’OCSE (Organizzazione per la Cooperazione e lo Sviluppo Economico) nell’ultimo Economic Outlook.

L’OCSE ha dunque ridotto la precedente stima di crescita, mentre stima che il Pil nel 2009 dovrebbe aumentare dello 0,9%. I conti pubblici e la situazione di bilancio però potrebbero "deteriorarsi" nel 2008, si prevede, a causa del rallentamento della crescita e di misure di aumento del deficit, stimato al 2,5% nel 2008 e al 2,7% nel 2009. Le stime dell’OCSE prevedono inoltre un’inflazione al 3,6% quest’anno – con l’indice armonizzato più alto dal 2003 – con un successivo rallentamento e la previsione di un tasso di inflazione pari al 2,1% nel 2009.

LINK: OECD Economic Outlook No83, June 2008, summary of projections

 

Comments are closed.