EDITORIALE. Ferrovie dello stato: Moretti si ferma a Eboli? di A. Longo

Scelte coraggiose quelle che l’AD di Ferrovie dello stato ha annunciato oggi a Roma. Treni più veloci, competitivi con gli aerei, almeno sulla tratta Roma-Milano. Eurostar nuovi anche sulle direttrici che collegano i capoluoghi di regione. Mauro Moretti sta risanando quello che era il carrozzone Trenitalia, voltando pagina sugli appalti per le pulizie, rafforzando controlli sulla puntualità e la qualità dei treni.

Tutto bene? No, almeno finchè non saremo sicuri che la cura Moretti non si ferma a Eboli, anzi a Napoli. Finora, nonostante tutte le rassicurazioni date dai vari AD che si sono succeduti a Piazza della Crocerossa, c’erano due livelli nettamente diversi di servizio. Bastava andare alla Stazione Termini e confrontare i convogli in partenza per Lecce, Reggio Calabria, Palermo, con quelli diretti a Milano. Motrici vecchio tipo, carrozze sporche e malandate, tappezzeria rovinata nei treni del sud. E anche il servizio interno agli Eurostar cambiava a seconda che il biglietto fosse per Milano o per la Puglia o la Sicilia. Nel primo caso si aveva diritto alla bevanda e allo snack…nel secondo caso invece nulla.
I meridionali, come è noto, si portano da casa la frittata di pasta e la bottiglia di vino…

Allora questo new deal ferroviario vogliamo vederlo alla prova. Le prospettive sembrano buone, le promesse di qualità sembrano serie, la determinazione è tanta. Moretti è un tipo grintoso, forse un po’ ruvido, ma serio, concreto e realistico. Sa che Ferrovie dello stato SpA si gioca la partita decisiva. E’ stretta fra una concorrenza appena agli inizi, ma che punta alla "ciccia" dei trasporti lucrosi e può contare sulla capacità di lobby di personaggi del calibro di Luca di Montezemolo; uno Stato e 20 regioni che chiedono di non abbandonare il servizio pubblico anche nelle tratte non redditizie; i cittadini, soprattutto i pendolari, che pretendono un servizio sempre migliore. Ci aggiungiamo il diritto dei viaggiatori meridionali ad una parità di trattamento in termini di qualità e puntualità. Ingegner Moretti, se anche Cristo si è fermato a Eboli, faccia il miracolo e scenda un po’ più giù.

Comments are closed.