EDITORIALE. Guai in vacanza? Peggio per noi… di A. Longo

Vacanze d’agosto, tempo di relax? Così dovrebbe essere. Spesso però queste settimane di riposo, sempre più corte a causa delle difficoltà economiche che toccano ormai la maggioranza delle famiglie, si possono trasformare in una via crucis o essere fonte di fastidi notevoli che ci portiamo dietro nei mesi successivi.

Non voglio parlare dei disservizi o dei piccoli-grandi imbrogli dovuti a responsabilità di altri. L’overbooking che ci impedisce di partire, o l’appartamento vista-mare che invece si rivela essere una banale e scomoda monocamera che guarda su un muro, ci trovano agguerriti e pronti a chiedere giustamente risarcimenti, a pretendere adeguate sistemazioni o a presentare denunce.

Ma quando è la nostra imprevidenza o superficialità a procurarci disagi, con chi possiamo prendercela? Partiamo per un lungo viaggio in macchina, ma dimentichiamo di controllare l’olio o il liquido del radiatore. E magari dopo un po’ il povero motore fonde e fuma. Siamo tutti presi da un viaggio sognato per anni e anni in un paese esotico, ma non facciamo la profilassi prima di partire nei tempi giusti o non siamo attenti ad altre precauzioni una volta giunti a destinazione, come quella di non bere l’acqua corrente. Così ci esponiamo al rischio fastidioso di complicazioni intestinali o a quello ben più grave di infettarci di malaria. Oppure facciamo male i calcoli delle nostre spese e ci troviamo nel bel mezzo della vacanza ad aver finito il contante e ad aver esaurito la disponibilità della carta di credito o del bancomat.

Quando i miei amici mi raccontano queste disavventure, commento cinicamente: peggio per te, te la sei voluta. Allora, meglio perdere un poco di tempo a preparare con attenzione il viaggio e la vacanza, anzitutto informandosi e non sottovalutando le "istruzioni per l’uso" che trovate su Help consumatori. Potrete godervi una vacanza più serena e rilassante, senza mangiarvi le mani per mesi e mesi dopo il ritorno ripetendovi:"ci potevo pensare prima!".

Questo articolo è stato pubblicato su http://blog.ermesconsumer.it/

 

Comments are closed.