ENERGIA. AEEG, pubblicati i bandi per conciliatori CNCU

Sono stati pubblicati i bandi per progetti di formazione e contributo diretti ai conciliatori delle associazioni dei consumatori che fanno parte del CNCU (Consiglio Nazionale Consumatori e Utenti). In ballo ci sono finanziamenti pari a 378.300 euro per l’erogazione di un contributo ai costi dei conciliatori delle associazioni (progetto PCS2) e a 485 mila euro per il finanziamento di attività di formazione e aggiornamento, finalizzate all’attuazione di protocolli di intesa in materia di conciliazioni fra imprese e clienti dei servizi elettrico e gas (bando PCS1), finanziati entrambi con i fondi delle sanzioni dell’Autorità per l’energia. La pubblicazione dei due bandi è stata fatta dalla Cassa conguaglio per il settore elettrico, l’organismo di gestione degli oneri generali afferenti al sistema energetico vigilato dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas. Il periodo in considerazione è il biennio 2010-2011.

Prendono dunque avvio i primi progetti a favore dei consumatori di energia elettrica e gas, finanziati con le sanzioni irrogate dall’Autorità per l’energia, per un importo complessivo di 863.300 euro.

Il progetto PCS2 è relativo all’erogazione di contributi ai costi sostenuti dai conciliatori e "stabilisce i criteri per l’assegnazione, da parte della Cassa, di un contributo forfetario alle spese sostenute dal personale individuato dalle Associazioni dei consumatori iscritte al CNCU, per ogni procedura di conciliazione conclusa positivamente ed attestata dal relativo verbale, nel biennio 2010-2011". In riferimento a tale biennio, la somma complessiva destinata all’erogazione dei contributi è pari a 378.300 euro. L’ammissione al finanziamento è riservata alle conciliazioni concluse fra il 1° gennaio 2010 e il 31 dicembre 2011.

Il bando PCS1 riguarda il finanziamento di attività di formazione e aggiornamento finalizzate all’attuazione di protocolli di intesa in materia di procedure conciliative fra imprese e clienti dei servizi elettrici e gas per il biennio 2010-2011. Le domande di partecipazione alla selezione PCS1 dovranno pervenire entro e non oltre le ore 12.00 del 31 maggio 2010 presso la sede della CCSE. Il bando "stabilisce i criteri per la selezione e il finanziamento, anche parziale, da parte della Cassa, di progetti da svilupparsi nel biennio 2010- 2011, per la realizzazione di attività di formazione e aggiornamento, finalizzate allo svolgimento di procedure conciliative per la risoluzione delle controversie tra imprese e clienti finali dei servizi elettrico e gas". Tali attività dovranno concludersi entro il 30 giugno 2012. In riferimento al biennio 2010-2011, la somma complessiva destinata al finanziamento del progetto è pari a 485 mila euro.

"I Progetti per la conciliazione stragiudiziale – informa l’Autorità – rappresentano solo la prima parte di un più complessivo pacchetto di interventi per favorire la tutela del consumatore di energia; con il decreto ministeriale del 23 dicembre 2009, infatti, il Ministero dello Sviluppo Economico ha approvato la proposta dell’Autorità relativa a tre diversi progetti di durata biennale da avviare nel 2010 per un impegno complessivo di 2.590.000 euro".

"La liberalizzazione del mercato energetico deve essere vigilata, sorvegliata e partecipata. L’iniziativa presentata oggi in collaborazione con l’Autorità dell’Energia rappresenta un passo avanti per rendere il cittadino sempre più consapevole e in grado di avere più strumenti per vigilare" ha sottolineato il presidente del Consiglio Nazionale dei Consumatori e degli Utenti, Stefano Saglia.

"Con la pubblicazione dei bandi di gara per la formazione dei conciliatori delle Associazioni dei consumatori del CNCU e dell’avviso pubblico per il riconoscimento di contributi ai costi sostenuti dalle Associazioni per le conciliazioni giunte a buon fine, si rafforza ulteriormente – ha detto il presidente dell’Autorità Alessandro Ortis – l’impegno dell’Autorità nella tutela del consumatore di energia, in attuazione anche di quanto previsto nel Protocollo d’intesa con il CNCU".

Le finalità dei progetti e le modalità per partecipare al bando sono state illustrate oggi nel corso di un seminario organizzato in collaborazione fra l’Autorità per l’energia, il Ministero dello Sviluppo Economico e la Cassa Conguaglio per il settore elettrico, presenti il Sottosegretario e Presidente del CNCU Stefano Saglia e il Presidente dell’Autorità, Alessandro Ortis e gli esponenti delle 16 Associazioni dei consumatori aderenti al CNCU.

 

Comments are closed.