ENERGIA. Adusbef Puglia denuncia: Enel Energia sbaglia a fatturare e minaccia distacco

Continua l’elenco dei casi di errata fatturazione da parte di Enel Energia s.p.a. Questa volta il danno è stato subito da un’azienda con sede a Massafra (TA) che si è rivolta all’Adusbef Puglia. Dopo aver ripetutamente lamentato ad Enel Energia s.p.a. la mancata fatturazione dei consumi, l’azienda in questione ha cominciato a ricevere fatture irregolari (ad esempio i consumi di alcuni mesi venivano fatturati 3 volte; altri consumi del 2008 venivano invece tutti fatturati tutti insieme). Il tutto per la modica cifra di quasi 80.000 euro. Dopo innumerevoli contestazioni l’Enel ha fatto una verifica del gruppo di misura, rilevandone il malfunzionamento. Nel frattempo, però, continuava ad inviare richieste di pagamento.

Al momento è in corso giudizio di accertamento tecnico preventivo dinanzi al tribunale di Taranto. Nonostante tutto questo, l’Enel Energia S.p.A. con lettera del 20/03/2011 ha minacciato la sospensione e la risoluzione del contratto di fornitura di energia elettrica, diffidando la cliente a procedere al pagamento delle somme che i tecnici stessi di Enel hanno riconosciuto come illegittime perché frutto di errata rilevazione di un contatore difettoso. Il caso è stato denunciato all’Autorità di Vigilanza, richiedendo l’intervento anche delle Autorità locali.

"Sono sempre più frequenti i casi di cittadini oggetto di vere e proprie vessazioni per ritardata o omessa fatturazione – scrive in una nota l’Adusbef Puglia – Senza fattura i clienti non possono pagare perché non sanno quanto devono pagare. Quando poi i gestori decidono di emettere fattura, richiedono il pagamento immediato di importi consistenti, perché relativi a periodi lunghi di consumo, minacciando il distacco". L’Associaizone invita gli utenti a non subire passivamente tali situazioni e a denunciare l’accaduto alle Autorità. Adusbef ha attivo un numero verde : 800-984786 per segnalazioni e denunce.

Comments are closed.