ENERGIA. Aeeg avvia procedimento vs Eni

In una riunione tenutasi lo scorso 25 maggio, l’Autorità per l’energia elettrica ed il gas ha deciso di avviare un procedimento sanzionatorio nei confronti di ENI Spa – Divisione Gas & Power per violazioni in materia di fatturazione di conguagli tariffari ai clienti finali del servizio gas e di periodicità di fatturazione.

Il procedimento prende le mosse da numerosi reclami ricevuti presso lo Sportello del Consumatore nei quali gli utenti e alcune Associazioni dei Consumatori lamentavano anomalie riguardo ai conguagli tariffari gas per gli anni termici 2005-2006, 2006-2007, 2007-2008 effettuati dalla società ENI Spa – Divisione Gas & Power: in particolare dalle segnalazioni ricevute nei primi mesi del 2010 è emerso che nelle fatture inviate da Eni negli ultimi mesi del 2009 sono stati addebitati o accreditati ai clienti importi in cifra fissa descritti come "conguaglio tariffa di distribuzione" e "conguaglio vendita", riportati nella sezione denominata "altri addebiti e/o crediti".

Lo Sportello del Consumatore ha chiesto alla Società di fornire informazioni a riguardo in particolare in merito alla mancata indicazione nelle fatture della regolamentazione di riferimento a giustificazione dei conguagli effettuati; al numero di clienti interessati da tali conguagli tariffari; all’eventuale indicazione di un canale informativo preposto a fornire i dettagli ed i chiarimenti richiesti dai clienti; alle modalità di rateizzazione degli importi fatturati. Tuttavia le risposte fornite da Eni non sono apparse – a parere dell’Autorità – idonee ad escludere la violazione. Di qui l’apertura del procedimento che si concluderà dopo una fase istruttoria che durerà 100 giorni.

Nelle more del procedimento, l’Autorità ha intimato ad Eni di provvedere: all’effettuazione dei conguagli dovuti all’applicazione delle tariffe di distribuzione approvate per gli anni termici 2005-2006, 2006-2007, 2007- 2008 e già applicate dai distributori e, per quanto riguarda le componenti di vendita, alle variazioni trimestrali delle condizioni economiche di fornitura non applicate in precedenza. Inoltre, nel caso in cui questi conguagli siano già stati effettuati, Eni deve fornire tempestivamente a ciascun cliente che ne faccia richiesta mediante reclamo scritto o tramite il call center, un dettaglio che permetta al cliente di raffrontare quanto fatturato originariamente e quanto fatturato in sede di conguaglio con specifica indicazione dei quantitativi e dei corrispettivi unitari applicati in ciascun periodo di fatturazione ed i relativi riferimenti normativi.

Più in generale, Eni oltre a dover corrispondere un indennizzo automatico agli aventi diritto, dovrà ripristinare la regolare periodicità delle fatturazioni e dovrà inserire nei contratti di fornitura di gas la specificazione della periodicità di emissione delle fatture e a comunicare la periodicità di emissione delle fatture a tutti i clienti che abbiano già stipulato contratti in cui tale specificazione sia assente.

PDF: La deliberazione

Comments are closed.