ENERGIA. Al via a Roma dal 20 aprile l’International Energy Forum

"Giungere ad una stabilizzazione dei mercati petroliferi da conseguire mediante lo sviluppo di scenari condivisi della domanda e dell’offerta". Questo secondo il ministro per lo Sviluppo Economico, Pierluigi Bersani l’obiettivo dell’undicesimo International Energy Forum (IEF) che si terrà a Roma dal 20 al 22 aprile e che quest’anno avrà come tema: il "Dialogo sull’Energia per Rispondere alle Sfide Globali".

Presentato questa mattina a Roma presso il Ministero dello Sviluppo Economico, il Forum vedrà la partecipazione di ministri dell’energia e di dirigenti dei più grandi gruppi energetici internazionali provenienti da oltre 90 paesi. Al centro dei lavori quattro questioni fondamentali: come garantire una adeguata disponibilità di risorse energetiche; come assicurare sufficienti investimenti infrastrutturali; quali sono le ricette per puntare a un futuro sostenibile, con particolare riferimento all’ambiente; come garantire la sicurezza degli approvvigionamenti e il dialogo tra Paesi produttori e Paesi consumatori.

Il ministro Bersani nel suo intervento ha fatto anche il punto sulla sostenibilità ambientale e socio-economica delle politiche energetiche. "I vincoli ambientali – ha detto Bersani – sono ormai imprescindibili e cogenti per tutta la comunità internazionale e per tale ragione è più che mai necessario adottare politiche in risposta ad obiettivi chiari e condivisi".

"Nell’ottica di una maggiore trasparenza e condivisione – ha continuato Bersani – dei dati relativi alla disponibilià di materie prime, siamo favorevoli ad un rafforzamento dell’attività portata avabti dall’IEF in ambito JODI (Joint Oil Data Initiative) e ad una sua estensione anche al settore gas, sia nei confronti delle majors perolifere, sia riguardo alle compagnie nazionali dei paesi produttori".

"La sfida che abbiamo di fronte – ha detto l’amministratore delegato dell’Enel, Fulvio Conti, intervenendo alla presentazione – consiste nell’assicurare energia in abbondanza , in modo sicuro, economico e compatibile con l’ambiente. Una complessa equazione energetica da risolvere!"

"Il 90% delle riserve petrolifere – ha affermato l’amministratore delegato dell’Eni, Paolo Scaroni – e l’80% di quelle di gas sono detenute dalle National Oil Companies. Di qui l’importanza del dialogo dello IEF".

La Conferenza sarà preceduta dall’International Energy Business Forum (IEFB), incontro nel quale interverranno i top manager di società nazionali ed internazionali del settore.

Comments are closed.