ENERGIA. Altroconsumo vs Cogeser Vendite: contratti poco chiari

Nei giorni scorsi Altroconsumo ha ricevuto alcune segnalazioni da parte di soci circa il comportamento di Cogeser Vendite, piccolo fornitore di gas attivo in provincia di Milano. In una lettera inviata ai propri clienti, Cogeser comunica che, a partire dal 1° gennaio 2011, è applicato uno sconto sulla tariffa del gas come premio fedeltà. Si dice che il cliente non dovrà fare nulla per beneficiare dello sconto: basta il silenzio assenso. Si dice anche, però, che tale consenso comporta il passaggio a una tariffa diversa da quella precedentemente applicata: si passa infatti dal mercato tutelato, con tariffa stabilita dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas, al mercato libero, con una tariffa le cui condizioni economiche e contrattuali sono differenti.

Secondo l’Associazione la lettera non è molto chiara in alcuni punti: "Non si fornisce alcun riferimento al contratto che dovrebbe regolare la nuova offerta. Quante letture saranno fatte in un anno? Di più o di meno rispetto a prima? Come conseguenza, quante bollette saranno emesse? Se le letture saranno poche, saranno poche anche le bollette e l’importo di quest’ultime sarà necessariamente superiore rispetto a prima" si legge nel comunicato di Altroconsumo che bolla la situazione come "non favorevole al consumatore, soprattutto per quanto riguarda il gas, utenza con le bollette più care per chi ha il riscaldamento autonomo".

"E se un cliente volesse recedere? Come dovrà fare?" incalza l’Associazione che fa sapere di aver inviato delle segnalazioni all’Autorità per l’energia elettrica e il gas e all’Antitrust.

Comments are closed.