ENERGIA. Autorità, in un anno 650 nuovi interventi di risparmio

Lampadine ed elettrodomestici a basso consumo, sistemi di regolazione automatica nell’illuminazione pubblica, ma anche teleriscaldamento e pannelli solari, sostituzione di vecchie caldaie e scaldabagno e migliore isolamento delle abitazioni. Sono questi i principali interventi che nel periodo 1 giugno 2006 – 31 maggio 2007 hanno consentito risparmi per 611.529 tonnellate equivalenti petrolio (tep). I nuovi interventi sviluppati sono stati 650.. Sono questi i dati emersi dal Secondo Rapporto Annuale dell’Autorità per l’energia elettrica e il gas sui "titoli di efficienza energetica", i cosiddetti certificati bianchi.

Nell’anno preso in esame, questo comparto ha coinvolto un crescente numero di operatori: al 31 maggio 2007 risultavano accreditati come "società di servizi energetici" 919 soggetti, il 60% in più dell’anno precedente. Il Sud recupera parte del divario rispetto al Nord: poco meno della metà dei risparmi energetici certificati è stata conseguita con iniziative realizzate nelle regioni del Nord, con il restante 50% suddiviso in ugual misura tra le regioni del Centro e quelle del Sud.

Degli oltre 600mila titoli di efficienza energetica certificati attraverso il meccanismo, che promuove l’utilizzo più razionale dell’energia, circa 480mila riguardano la riduzione dei consumi di energia elettrica, 94 mila dei consumi di gas, 30mila di altri combustibili. I risparmi energetici complessivamente certificati dall’Autorità sono stati conseguiti prevalentemente attraverso interventi sugli usi elettrici in ambito civile (+22% rispetto all’anno precedente); ridotto, invece, il contributo degli interventi sugli usi di illuminazione pubblica (-15% rispetto all’anno precedente) e dei sistemi di produzione e distribuzione di energia in ambito civile (-10% rispetto all’anno precedente). Stabile risulta il contributo degli interventi per la riduzione dei fabbisogni energetici in ambito civile e di quelli nel settore industriale.

Il Rapporto è pubblicato sul sito www.autorita.energia.it

Comments are closed.