ENERGIA. Autorità: gas, contatori elettronici e bollette su consumi effettivi

Ci saranno nuovi contatori elettronici anche per il gas e le bollette saranno calcolate sui consumi effettivi e senza dover ricorrere a stime. Risultato: una migliore qualità nella misurazione e nell’erogazione del servizio e un impulso per la concorrenza nella vendita del gas. È quanto annunciato oggi dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas. Dopo la diffusione, in via di completamento, dei nuovi contatori elettronici per l’energia elettrica, l’Autorità prevede infatti misuratori ‘intelligenti’ anche per il gas, che faciliteranno il controllo diretto dei consumi attraverso letture periodiche e distanza e renderanno più semplice la lettura e l’elaborazione della bollette. Il provvedimento è stato annunciato oggi dal presidente dell’Autorità Alessandro Ortis nel corso del convegno del Forum energetico internazionale a Pisa.

Con i nuovi misuratori le bollette, ha spiegato Ortis, saranno calcolate sui consumi effettivi, senza dover più ricorrere a stime. Si assicura così, informa una nota dell’Autorità, la possibilità di conoscere immediatamente i propri consumi reali e meglio valutare le offerte per eventuali libere scelte di fornitori convenienti. Ciò darà impulso anche alla concorrenza nella vendita di gas. Il nuovo sistema permetterà inoltre di avere prezzi differenziati per fasce giornaliere e stagionali.

In futuro saranno dunque introdotti contatori capaci di correggere la misurazione del gas istante per istante sulla base dei valori temperatura e pressione. Per le famiglie la correzione avverrà per temperatura mentre per la correzione delle pressione si continuerà ad applicare un coefficiente correttivo sul dato di consumo fissato dall’Autorità. Le famiglie avranno inoltre a disposizione una elettrovalvola che permetterà di disabilitare la fornitura del gas da remoto per ragioni contrattuali o di sicurezza.

Le prime attivazioni di nuovi dispositivi, informa inoltre l’Autorità, dovranno obbligatoriamente esser fatte entro 26 mesi per i grandi utilizzatori di gas ed entro 4 anni per le famiglie. La delibera con le novità sarà pubblicata sul sito internet dell’Autorità.

Comments are closed.