ENERGIA. Autorità: nel 2007 in calo le interruzioni di elettricità

Interruzioni di elettricità in calo nel 2007 e regole più stringenti in arrivo per le interruzioni brevi. In Italia sono diminuite le interruzioni nella fornitura di energia elettrica alle famiglie – lo scorso anno la durata complessiva è scesa a una media di 58 minuti per cliente – e si sta riducendo anche il divario fra Nord e Sud. È quanto comunica l’Autorità per l’energia elettrica e il gas, che ha assegnato alle imprese gli incentivi e le penalità corrispondenti ai risultati ottenuti in relazione ai livelli di continuità del servizio nel 2007.

Il sistema di premi e penalità adottato dal 2000, comunica l’Autorità, ha consentito notevoli miglioramenti sia nella durata delle interruzioni (ridottasi del 70% in otto anni) sia nel numero delle interruzioni del servizio (si sono ridotte del 40% le interruzioni "lunghe", ovvero di durata superiore a 3 minuti). Lo scorso anno la durata delle interruzioni è così scesa a una media nazionale di 58 minuti per cliente: l’Italia si colloca così ai primi posti per qualità del servizio, se si considera che Francia e Gran Bretagna registrano durate di disservizi pari a 81 e 89 minuti di interruzione.

Sulla base dei dati di continuità definitivi in base ai controlli effettuati, l’Autorità ha contestualmente deliberato, per ciascuna delle 23 imprese di distribuzione, gli incentivi e le penalità conseguenti i risultati di continuità del servizio effettivamente raggiunti da ogni singola azienda. Gli incentivi ammontano complessivamente a 190 milioni di euro e le penalità a 8 milioni di euro. In particolare, prosegue l’Autorità, per Enel distribuzione il saldo netto di 181 milioni di euro deriva sia da incentivi (188,5 milioni di euro) che da penalità (6,8 milioni di euro); incentivi vanno ad Aem Milano, Asm Brescia, Set distribuzione e altre aziende elettriche locali. Tra le aziende con penali l’Acea, che tuttavia è riuscita a ridurle sensibilmente rispetto all’anno precedente (1,1 milioni di euro contro 3,9 del 2006) grazie al programma di investimenti sulla rete romana.

Per il quadriennio 2008-2011 sono previsti ulteriori obiettivi di miglioramento: il nuovo schema di incentivi e penalità, applicabile dal 2008, comprende infatti anche le interruzioni brevi (durata tra 1 secondo e 3 minuti).

Comments are closed.