ENERGIA. Autorità: da oggi calano bollette di elettricità e gas

In calo le bollette per l’elettricità e il gas. Parte da oggi la riduzione delle condizioni economiche di maggior tutela stabilite dall’Autorità, pari a meno 1% per l’energia elettrica e meno 7,7% per il gas. Per la famiglia tipo si ha un risparmio complessivo su base annua di 85 euro: la spesa annua si riduce infatti di circa 5 euro per l’energia elettrica di 80 euro per il gas naturale. Cala anche il Gpl (gas di petrolio liquefatto), con un meno 1% e una minore spesa su base annua di 6 euro. È quanto ha reso noto l’Autorità per l’energia elettrica e il gas. Si tratta, rileva l’Autorità, della terza diminuzione dell’anno: "Ipotizzando di applicare il prezzo di dicembre ’08 ai consumi annui di una famiglia tipo e quello di luglio ’09 agli stessi consumi – stima l’Autorità – queste riduzioni portano ad un risparmio totale lordo (gas ed energia elettrica) di 212 euro (meno 13,1%)".

La riduzione delle bollette "è la terza consecutiva, sia per l’energia elettrica che per il gas; essa permetterà alle famiglie un concreto risparmio nel 2009, rispetto al 2008 – ha commentato il Presidente dell’Autorità per l’energia, Alessandro Ortis – Oltre a queste consistenti diminuzioni, derivanti in gran parte dal calo dei prezzi petroliferi internazionali dei mesi passati, vanno considerati i risparmi aggiuntivi derivanti dal bonus elettrico per le famiglie in condizioni di disagio". "Già oggi – ha spiegato Ortis – quasi un milione di famiglie ha fatto domanda al proprio Comune e 600 mila di esse sono già state ammesse al beneficio. A questa misura sociale seguirà l’ormai imminente attivazione del bonus gas, con validità retroattiva da gennaio 2009".

Diverse le reazioni da parte di istituzioni e consumatori. Dal ministro dello Sviluppo economico Claudio Scajola è infatti arrivato l’invito agli italiani a "non ridurre i consumi". "Il forte calo dell’inflazione e la riduzione delle bollette di luce e gas, la terza dall’inizio dell’anno, sono un nuovo significativo sollievo ai bilanci delle famiglie, ma indicano anche il rischio di una caduta della domanda di consumi che va contrastato", ha detto Scajola, per il quale i dati confermano che "il potere d’acquisto delle famiglie è in costante aumento rispetto all’anno scorso: i cali di luce e gas hanno comportato da gennaio un risparmio di 212 euro per la famiglia tipo. I prezzi alimentari sono in diminuzione per la prima volta da quattro anni. Questo conferma che nel 2009 le famiglie con un reddito fisso hanno a disposizione più risorse: invito dunque i cittadini a non ridurre i propri consumi, per non avvitarci nella crisi".

Diversa la valutazione del Codacons, per il quale si poteva fare di più. "Nel settore dell’energia si può fare sicuramente di più per ridurre le bollette delle famiglie italiane – afferma il presidente Codacons, Carlo Rienzi – Considerando l’andamento del petrolio, le cui quotazioni solo nelle ultime settimane hanno ripreso a salire, ci aspettavamo un calo delle tariffe più consistente, e ci delude quel -1% per la luce".

Di opposto tenore invece il commento dell’Adoc, che accoglie positivamente la flessione delle bollette: "Apprezziamo l’intervento dell’Authority sulle tariffe luce e gas – dichiara Carlo Pileri, presidente dell’Adoc – i nuovi tagli, che seguono quelli di dicembre e aprile, porteranno un risparmio sulla spesa media delle famiglie di oltre 200 euro. Difatti, per il gas la spesa calerà di circa 150 euro, per luce la cifra oscilla sui 50/60 euro. Ci auguriamo che un intervento di questo tipo possa costituire la base per il rilancio dei consumi, in evidente difficoltà".

Comments are closed.