ENERGIA. Autorità: più garanzie per bollette del gas. Soddisfazione di MDC

Arrivano più garanzie ai consumatori per letture e bollette del gas: in caso di malfunzionamento del contatore gas, si avrà la sostituzione gratuita del contatore, la restituzione di eventuali somme non dovute e maggiori garanzie sulla ricostruzione dei consumi effettivi. È quanto stabilito dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas. "Con queste nuove regole, semplici e chiare – ha detto il presidente Alessandro Ortis – vogliamo garantire una sempre più efficace tutela dei consumatori anche per la correttezza delle misure e delle bollette".

Nel caso in cui si accerti un malfunzionamento del contatore, con la delibera ARG/gas 7/10, che innova il Testo Unico della qualità per i servizi del gas, l’Autorità ha previsto la sua sostituzione, senza alcun onere per il cliente, ed il diritto ad un’esatta ricostruzione dei consumi, a partire dall’ultima lettura ritenuta valida dal consumatore stesso. Al consumatore viene quindi garantita anche la restituzione di quanto eventualmente ingiustamente pagato.

L’Autorità ha stabilito, si legge in una nota, che "quando non è possibile determinare con certezza il momento in cui il contatore ha iniziato a non funzionare correttamente, il distributore deve garantire la ricostruzione dei consumi nel periodo compreso tra l’ultima lettura (validata dal distributore e non contestata dal cliente) e la data di verifica sul posto del contatore o quella della sua sostituzione per la verifica presso un laboratorio qualificato. Se non fossero disponibili letture validate, la ricostruzione dei consumi deve essere fatta risalendo fino ad un massimo di cinque anni. Inoltre, se la ricostruzione fosse sfavorevole al consumatore, nel caso in cui il distributore non avesse rispettato la regolazione vigente (in materia di rilevazione, archiviazione e messa a disposizione delle misure dei contatori), al cliente non può essere addebitato l’importo derivante dalla ricostruzione".

Soddisfazione è stata espressa dal Movimento Difesa del Cittadino: "Finalmente dopo anni di battaglie tra utenti, Associazioni dei consumatori e gestori, l’Autorità dell’Energia interviene per disciplinare la vera e propria giungla delle letture fantasma, delle fatturazioni presunte per consumi mai effettuati e delle ricostruzioni capestro nel caso di contatori rotti – ha detto Francesco Luongo, responsabile Nuove Tecnologie e Servizi a Rete dell’associazione – Un provvedimento complesso che sarà cura delle Associazioni dei consumatori far rispettare denunciando immediatamente violazioni ed abusi".

Comments are closed.