ENERGIA. Autorità: in arrivo bollette semplificate

Verso bollette più semplici e trasparenti, con uno schema unico per elettricità e gas, per facilitare i controlli e la lettura. È quanto deciso dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas: per facilitare il controllo dei consumi, della spesa e la lettura, verrà infatti introdotto uno schema di bolletta più semplice e più chiaro, corredato di spiegazioni e uguale per energia elettrica e gas. Le nuove bollette conterranno informazioni aggiuntive per agevolare i clienti nei rapporti con i fornitori – ad esempio, come presentare un reclamo o la procedura per tardivo pagamento – e informazioni sulle fonti usate per la produzione di elettricità (centrali idroelettriche, a carbone, a olio combustibile o a gas).

"La nuova bolletta trasparente vuole rafforzare le garanzie per i clienti finali – ha sottolineato il Presidente dell’Autorità Alessandro Ortis – contribuendo a rendere le scelte dei consumatori sempre più informate e le voci della spesa energetica sempre più chiare".

Le misure sono previste dalla Direttiva per l’armonizzazione e la trasparenza dei documenti di fatturazione dell’Autorità per l’energia, che si propone di rendere le bollette sempre più comprensibili e trasparenti, agevolando il confronto fra quelle per la fornitura di energia elettrica e quelle del gas. Il nuovo schema di bolletta sarà usato infatti sia per l’elettricità che per il gas che per le forniture congiunte, i cosiddetti contratti dual fuel. La novità riguarda sia le famiglie che i clienti non domestici di piccole dimensioni. Il nuovo schema dovrà essere adottato dalle imprese entro la fine di quest’anno e comunque per tutte le bollette da emettersi dal 1° gennaio 2011.

Sul sito internet dell’Autorità e delle imprese di vendita ci sarà inoltre un glossario per spiegare in linguaggio semplice i termini tecnici usati nelle bollette. La bolletta sarà invece composta da un quadro sintetico, con le principali informazioni (caratteristiche della fornitura, riepilogo dei consumi del periodo e dell’importo da pagare, scadenza del pagamento, numeri per i reclami e il servizio guasti) e da un secondo quadro con la spiegazione nel dettaglio della spesa per i consumi e la distinzione fra servizi di vendita liberalizzati e servizi di rete tariffati.

Comments are closed.