ENERGIA. Autorità: c’è tempo fino al 30 aprile per bonus gas retroattivo al 2009

"C’è tempo fino al 30 aprile per le famiglie in difficoltà economica o numerose per fare richiesta anche del bonus gas retroattivo fino a tutto il 2009. Poi, dal mese di maggio, si potrà fare la richiesta del bonus gas per i dodici mesi successivi alla presentazione della domanda": è quanto rende noto oggi l’Autorità per l’energia elettrica e il gas, che ricorda come per richiede il bonus occorra compilare gli appositi moduli e consegnarli al proprio Comune di residenza o presso altro istituto designato dallo stesso Comune (ad esempio i Centri di Assistenza Fiscale CAF). I moduli sono reperibili presso i Comuni e sui siti internet dell’Autorità per l’energia, del Ministero dello Sviluppo Economico e dell’ANCI.

In soli quattro mesi dall’attivazione già 300 mila famiglie hanno richiesto il bonus gas che è cumulabile al bonus elettrico. Il bonus gas annuale per il 2010 può variare da un minimo di 26 ad un massimo di 164 euro per le famiglie fino a quattro componenti e fino a 236 euro per le famiglie numerose (più di 4 componenti), a seconda del tipo di consumo e dell’area climatica di residenza. Per informazioni si può chiamare lo Sportello del Consumatore al numero 800.166.654.

Il bonus consente uno sconto annuo del 15% circa, al netto da imposte, sulla bolletta del gas naturale e vale esclusivamente per il gas metano distribuito a rete (e non per il gas in bombola o per il GPL), per i consumi nell’abitazione di residenza. Hanno diritto al bonus tutti i clienti domestici con un contratto di fornitura diretto o condominiale, se in presenza di un indicatore ISEE non superiore a 7.500 euro, o non superiore a 20.000 euro nel caso di famiglie numerose (cioè con più di 3 figli a carico). L’entità del bonus varia a seconda della tipologia di uso, del numero di persone residenti nella stessa abitazione e delle aree climatiche che tengono conto, per i diversi comuni italiani, delle specifiche esigenze di riscaldamento. Così, ad esempio, informa l’AEEG, una famiglia di tre componenti che ha diritto al bonus ed usa il gas per cottura cibi più acqua calda e riscaldamento, potrà ottenere un bonus annuale per il 2010 di 164 euro se si trova, ad esempio, a Belluno, di 129 euro a Torino, Milano, Bologna e l’Aquila, di 103 euro a Firenze e Roma, di 78 a Napoli e Bari e di 62 euro se vive a Palermo.

Comments are closed.