ENERGIA. Carburanti, Camera approva dl sul metano. Saglia: “Si riducono emissioni e consumi”

La Camera ha approvato all’unanimità la proposta di legge, a firma del Sottosegretario al Ministero dello Sviluppo economico Stefano Saglia, che incentiva l’uso del metano per autotrazione e semplifica l’uso del Gpl, prevedendo la razionalizzazione e l’incremento della rete degli impianti di distribuzione di metano, biometano e Gpl. "Incentivare l’utilizzo del metano al posto dei carburanti tradizionali vuol dire contribuire alla lotta alle emissioni inquinanti e conseguire risparmi sui consumi energetici – ha commentato Saglia – Inoltre il metano è più economico e riduce il rischio di mancato approvvigionamento dei distributori". Il Sottosegretario ha spiegato che "con questa legge verrà incentivata la costruzione di impianti nelle grandi aree metropolitane e autostradali e in alcune regioni. La rete di distribuzione del metano ha il vantaggio di essere allacciata direttamente alla rete nazionale, regionale e locale dei metanodotti".

Si aspetta, entro 3 mesi, un decreto interministeriale che dovrà stabilire i criteri per il self-service, per l’erogazione contemporanea negli impianti multi prodotto e per la trasformazione dei vecchi impianti tradizionali in impianti di distribuzione del metano. Devono essere stabiliti i principi con cui i piani regionali di sviluppo della rete di metano dovranno provvedere alla semplificazione delle procedure di autorizzazione di nuovi impianti e per l’adeguamento di quelli esistenti. Le Regioni dovranno installare impianti a metano in proporzione alla densità abitativa.

Presso il Ministero dello Sviluppo Economico viene creato un fondo per garantire lo sviluppo e la sperimentazione di nuove forme di distribuzione e di tecnologie che promuovono l’utilizzo del metano come carburante e una cassa che ha la funzione di verifica dello stato dei serbatoi dei carri per il trasporto.

 

Comments are closed.