ENERGIA. Commissione Ue e Authority presentano la guida alle opportunità della liberalizzazione

Far conoscere le novità e le opportunità della liberalizzazione del mercato dell’energia elettrica e gas introdotta dal 1° luglio scorso in Europa e informare il cittadino-utente dei vantaggi della concorrenza grazie all’ingresso sul mercato di nuovi fornitori di luce e gas. E’questo lo scopo della campagna di comunicazione congiunta che la Commissione Europea-Rappresentanza in Italia e l’Autorità per l’energia elettrica e il gas hanno presentato oggi a Milano, nel contesto della Conferenza internazionale "An Integrated Climate and Energy Policy", organizzata dallo Iefe-Bocconi.

Si tratta in sostanza di una guida di 20 pagine intitolata "Energia semplice", che è stata presentata dal presidente della Bocconi, Mario Monti, dal Commissario europeo all’Energia Andris Piebalgs, dal Presidente dell’Authority per l’energia Alessandro Ortis e dal Direttore della Rappresentanza della Commissione Europea a Milano, Roberto Santaniello.

La brochure informativa per spiegare alle famiglie e ai consumatori cosa è cambiato nel mondo dell’energia elettrica e del gas e come approfittare dei nuovi diritti conquistati avrà una diffusione capillare per raggiungere oltre 5 milioni di cittadini, e sarà allegata a settimanali nazionali a larga diffusione (Io Donna del Corriere della Sera e Specchio). Inoltre, "Energia semplice" sarà messa a disposizione delle Associazioni dei consumatori e scaricabile dai siti internet delle istituzioni coinvolte: http://ec.europa.eu/italia, http://ec.europa.eu/energy, www.autorita.energia.it, www.tuttoconsumatori.it.

Le domande alle quali si propone di rispondere "Energia semplice" sono quelle che si pongono i consumatori dall’entrata in vigore della liberalizzazione del mercato energetico del luglio scorso: come orientarsi tra le nuove offerte? Quanto costa cambiare operatore? E quali sono le tariffe più convenienti? Queste e altri interrogativi troveranno risposta nelle quattro sezioni che compongono la brochure: "Il mercato libero dell’energia elettrica’, ‘Il mercato libero del gas", "Cosa devo sapere quando mi viene proposta un’offerta", "Come informarsi e valutare", ed è strutturata con semplici ed esaustivi gruppi di domande e risposte.

L’azione a tutela del cittadino è stata spiegata dal presidente dell’Autorità di settore. Dall’apertura del mercato si moltiplicano infatti le nuove proposte degli operatori. Ma il proliferare di offerte non rischia di creare confusione tra i consumatori? A temperare infatti gli entusiasmi è intervenuta una dichiarazione dell’Ad di Edison, Umberto Quadrino, che ha affermato a margine del convegno "che un futuro aumento dei prezzi del gas e della luce è inevitabile poiché dipendono dal petrolio, cresciuto di oltre il 20% in sei mesi e questo balzo si rifletterà inevitabilmente sulla bolletta energetica delle famiglie".

"Per agevolare la scelta, tutte le offerte devono obbligatoriamente includere una scheda di confronto dei prezzi – ha spiegato il presidente Alessandro Ortis – Inoltre è disponibile un regime di tutela per consentire una valutazione più ragionata prima di cambiare contratto o fornitore".

"Questa guida – ha aggiunto il Commissario Andris Piebalgs – intende presentare ai cittadini le novità e le opportunità della liberalizzazione, nell’obiettivo di tutelare gli interessi dei consumatori europei sul diritto a un’energia sicura, pulita e a prezzi convenienti".

Ed è proprio sull’energia pulita che Help Consumatori ha chiesto al Commissario Piebalgs di fare il punto a margine del convegno. Sul futuro del mercato energetico in tempi come questi, con il petrolio che sfonda i 100 dollari, in Italia si è riacceso invece il vecchio dibattito sull’energia nucleare, mentre l’Europa sembra invece voler guardare avanti. L’opzione nucleare è davvero l’unica plausibile, come sembrano sostenere alcuni esperti del settore?

"Dai conti fatti sull’energia nucleare si è capito che è troppo cara e i costi non diminuiranno neanche con il tempo, perché si tratta di impianti complessi, senza contare il problema dello stoccaggio delle scorie – ha risposto il Commissario Piebalgs – Quindi, a parte le note polemiche che accompagnano il nucleare, credo che l’energia rinnovabile sia alla lunga più economica e sicura".

Comments are closed.