ENERGIA. Confconsumatori Bari: cliente cambia gestore e rimane senza luce, condannata Sorgenia

Il cliente passa da Enel a Sorgenia ma quest’ultima non comunica il passaggio di gestione a Enel: così l’ignaro utente paga doppie fatture e, quando decide di interrompere i doppi pagamenti, si ritrova per oltre venti giorni senza elettricità. È la vicenda accaduta a un associato di Confconsumatori Bari che ha visto riconosciuti i propri diritti da parte del Giudice di Pace di Bitonto: questi infatti ha accolto la domanda dei legali dell’associazione e ha condannato Sorgenia SpA alla restituzione delle somme percepite indebitamente, oltre al risarcimento dei danni patrimoniali e non, e al pagamento delle spese legali, in favore del ricorrente.

Cosa era accaduto? Spiega l’associazione: "L’associato difeso in giudizio era rimasto senza fornitura di energia elettrica per ben 23 giorni, in seguito alla mancata comunicazione, da parte del nuovo fornitore (Sorgenia) al precedente (Enel) della stipula del nuovo contratto e cambio di gestore, da parte dell’utente, con il risultato che il consumatore ha subito una duplicazione di fatture (che gli venivano spedite da entrambi i fornitori) e che lui ha continuato a pagare contemporaneamente, fino al momento di decidere, esasperato, di interrompere i pagamenti nei confronti del vecchio fornitore. A questo punto l’associato ha subito il distacco per morosità da parte di Enel, in quanto, a sua insaputa, era ancora il vecchio fornitore che continuava ad erogargli energia, nonostante l’avvenuta conclusione del contratto con Sorgenia e il pagamento delle fatture da questa inviate".

Comments are closed.