ENERGIA. Contratti truffa, Enel Energia indagata dalla Procura di Benevento dopo denuncia di MDC

Enel Energia è stata iscritta nel registro degli indagati della Procura della Repubblica di Benevento per il reato di falsità in scrittura privata. Lo annuncia il Movimento Difesa del Cittadino (MDC) che spiega che le indagini sono partite lo scorso anno dopo la denuncia di alcuni utenti di Ponte (Bn) che si erano visti arrivare le bollette dell’Enel Energia nonostante fossero allacciati ad altra società.

"Nonostante i reclami – scrive MDC in una nota – l’azienda ha rifiutato e rifiuta tutt’oggi di stornare le somme richieste e ha esibito 11 contratti le cui firme sono state denunciate come false dagli interessati. Tra queste anche la sottoscrizione di un utente deceduto anni prima del contratto".

Gli utenti sono difesi dall’Avv. Francesco Luongo e dall’Avv. Vincenza Stefanucci, ma dovrebbero intervenire anche altre Associazioni dei consumatori. Proprio nei giorni scorsi, il Movimento Difesa del Cittadino aveva lanciato l’allarme dopo che numerosi utenti avevano denunciato in più Regioni attivazioni mai richieste di fornitura, e le ripetute visite di procacciatori porta a porta che qualificatisi incaricati dell’Enel con le più svariate scuse richiedevano agli utenti di sottoscrivere moduli che ad una più attenta lettura si rivelavano essere veri e propri contratti di fornitura di gas, elettricità o entrambe nel cosiddetto mercato libero.

MDC aveva anche richiesto all’Enel Energia di fermare una volta per tutte il sistema di procacciamento dei contratti tramite agenti e subagenti causa di numerosi reclami e contratti con firme false sanzionati dall’Autorità Garante della concorrenza e del mercato sin dal 2008 e di agevolare gli inquirenti nell’individuazione dei responsabili. L’associazione invita i consumatori alla massima attenzione e a diffidare da coloro che si qualificano come incaricati di società energetiche invitando a firmare contratti o altri moduli senza rendere le informative obbligatorie. In caso di dubbio, rivolgersi al più vicino sportello del Movimento Difesa del Cittadino.

Comments are closed.