ENERGIA. Da Legambiente ok per rigassificatori. Ferrante: “Buon inizio della cabina di regia”

"Alcuni rigassificatori nel nostro Paese sono indispensabili per aumentare e diversificare le fonti di approvvigionamento del metano. Siamo contenti che il governo abbia deciso di fare finalmente chiarezza su questa necessità". E’ positivo il giudizio di Francesco Ferrante, direttore generale di Legambiente, sull’inizio dei lavori della ‘cabina di regia’ su energia e ambiente che si è svolto nel pomeriggio a Palazzo Chigi.

"Auspichiamo – continua Ferrante – che la cabina individui al più presto i luoghi adatti alla realizzazione degli impianti, per uscire immediatamente dall’incertezza". E Legambiente si dichiara disposta a fare la sua parte nella costruzione del consenso locale: "Una sfida per tutto l’ambientalismo – dice Ferrante – che dovrà ora dimostrare la propria maturità, orientando le risposte dei suoi gruppi locali anche laddove gli impianti dovranno essere realizzati".

"Ecco perché – continua il direttore generale di Legambiente – bisogna evitare localizzazioni evidentemente sbagliate, come il progetto di Brindisi, o l’idea di realizzare due impianti a pochi chilometri di distanza l’uno dall’altro nell’area di Trieste. E bene ha fatto il governo a ricevere questa mattina il Coordinamento delle associazioni contro il rigassificatore di Brindisi e a rimettere in discussione questo progetto pericoloso".

Secondo Legambiente, la liberalizzazione del settore non implica che il governo rinunci al suo ruolo decisionale. "I progetti degli impianti che servono – conclude Ferrante – devono essere sottoposti a una seria valutazione d’impatto ambientale, oltre a essere funzionali alla chiusura di impianti a olio combustibile o a carbone. Inoltre, puntare sul gas come energia fossile di transizione ha senso solo nel quadro di una politica energetica nazionale fortemente innovativa, che incentivi lo sviluppo delle energie pulite e promuova il miglioramento dell’efficienza energetica, sia nella produzione che nel consumo, e che avvicini finalmente l’Italia agli obiettivi di Kyoto".

Clicca qui e vai all’opinione di Legambiente sui rigassificatori

Comments are closed.