ENERGIA. Da domani bollette del gas più basse dell’1,2%

Dal 1° ottobre la bolletta del gas cala dell’1,2% con un risparmio, per una famiglia tipo, di 12 euro rispetto al trimestre precedente. Invariate, invece, resteranno le bollette dell’elettricità. Lo ha stabilito nella serata di ieri l’Autorità per l’energia e il Presidente Alessandro Ortis ha ribadito l’importanza del meccanismo italiano di aggiornamento trimestrale dei prezzi che "attenua e diluisce nel tempo le rapide variazioni (verso il basso o verso l’alto) dei prezzi petroliferi".

Dall’inizio del 2009 le bollette del gas naturale della famiglia tipo (una famiglia con riscaldamento autonomo che consuma 1.400 metri cubi di gas all’anno) sono diminuite cumulativamente del 22,4% (al netto delle imposte) e del 16,4% (al lordo imposte), mentre le bollette dell’energia elettrica risultano in calo dell’8% circa (sia al lordo che al netto delle imposte).

In totale, la spesa complessiva (di gas ed elettricità) delle famiglie italiane, nel 2009, si è ridotta di 224 euro, cioè del 12,3%. Per il gas, una famiglia tipo spenderà in media 945 euro l’anno e questa spesa sarà così suddivisa: 28,55% per la materia prima gas; 39,88% per le imposte; 6,48 % per trasporto2 e stoccaggio, 14,81% per i servizi di distribuzione3, 10,28% per vendita al dettaglio e commercializzazione all’ingrosso.

"Il quarto calo consecutivo dall’inizio dell’anno delle bollette del gas, che rispetto al trimestre precedente registrano un meno 1,2%, è un nuovo ritocco al ribasso per spesa delle famiglie italiane nell’approssimarsi della stagione invernale, quando i consumi crescono maggiormente". Così il Ministro dello Sviluppo economico, Claudio Scajola, ha commentato la decisione dell’Autorità. "I dati di oggi – ha precisato il Ministro – se confrontati con quelli di ottobre 2008 rilevano per la famiglia media un risparmio del gas del 16,4% e per l’energia elettrica dell’8 %, per un risparmio complessivo di 224 euro su base annua".

Comments are closed.