ENERGIA. Dal Parlamento Ue l’ok al terzo pacchetto energia e più misure a protezione ai consumatori

Gli europarlamentari della commissione dell’industria hanno sostenuto la proposta della Commissione Ue volta a separare le attività di produzione da quelle di distribuzione di elettricità. Le imprese e i paesi non saranno più autorizzati ad esercitare un controllo sulla produzione, sull’approvvigionamento di energia e sul sistema di distribuzione.

Importanti novità a favore della protezione dei consumatori sono state aggiunte dagli eurodeputati. Ad esempio il diritto di rescindere il contratto con il fornitore di elettricità senza pagare alcuna spesa; il diritto di risarcimento se la qualità del servizio non soddisfa certi criteri; la diffusione delle informazione attraverso le fatture e il sito internet dell’operatore; il diritto ad essere informati con cadenza trimestrale sul proprio consumo reale e sui suoi costi e l’accesso all’informazione che riguarda l’incidenza sull’ambiente.

Per i fornitori è stato previsto il diritto ad una protezione dagli abusi di mercato: le autorità nazionali devono poter imporre delle piattaforme tariffarie sui mercati non concorrenziali per un periodo definito e limitato.

I deputati hanno rifiutato, però, tre opzioni. Non è stata accettata la proposta di un operatore indipendente del sistema per la gestione delle attività di distribuzione, responsabile delle decisioni commerciali e di investimento; quest’opzione implicherebbe un regime troppo costoso e burocratico.

Gli eurodeputati non sono d’accordo neanche con l’idea di una rete di gestione del trasporto, separata dalla società madre ma detenuta dagli stessi azionari e con la possibilità di liberalizzare i mercati senza aver fatto ricorso alla separazione delle attività.

E’ stato permesso, infine, alle autorità nazionali di "dare la priorità agli impianti di produzione che utilizzano fonti di energia rinnovabili"; gli Stati membri possono esigere che "almeno il 2% di tutti gli introiti provenienti dai consumatori nazionali siano destinati a migliorare l’efficacia energetica".

Comments are closed.